You are here
Salerno, il 26,8% ha dovuto chiudere definitivamente le attività lavorative Attualità Economia 

Salerno, il 26,8% ha dovuto chiudere definitivamente le attività lavorative

Il Comune di Salerno pubblica i risultati del questionario di ascolto dei cittadini, dato negativo  emerge dalle risposte fornite alla domanda “Come va il lavoro?”.

Su 1.041 intervistati, il 43.7% ha risposto di non lavorare. Ovvero 455 salernitani su 1.041. Nel particolare emerge che il 26,8% ha dovuto chiudere definitivamente la sua attività (122 salernitani); il 7,9% è pensionato (36); il 10,7% è studente (49).

A partecipare sono stati 1.041 salernitani dell’età compresa nel range 18-over 70: uomini 541, donne 497 e 3 di ‘altro genere’. In maggioranza sono laureati (42.2%), seguono i diplomati (34.5%).  Vedi immagine in basso.

Il Comune spiega: “Sono stati elaborati i risultati del questionario ‘Salerno, come va?’, lo strumento di ascolto ideato nei mesi scorsi dal Comune di Reggio Emilia ed adottato anche dal Comune di Salerno al fine di comprendere i cambiamenti nella vita quotidiana dei cittadini dopo l’inizio dell’emergenza Covid-19 e di recepirne nuove istanze e necessità. Con questo strumento, il Comune di Salerno ha inteso aprirsi al dialogo con altri comuni italiani per ragionare di concerto, a partire dalla lettura dei singoli territori, su scenari e possibili future soluzioni. L’Amministrazione comunale ha preso atto delle istanze espresse dai cittadini, predisponendo un elenco di azioni da mettere in campo per fornire una concreta risposta a quanto emerso dai risultati del sondaggio”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.