You are here
Salerno a Ravenna per l’Assemblea Nazionale delle Province italiane Attualità 

Salerno a Ravenna per l’Assemblea Nazionale delle Province italiane

Anche la Provincia di Salerno sarà presente a Ravenna il 13 e 14 luglio per l’Assemblea Nazionale delle Province Italiane organizzata dall’UPI (Unione Province d’Italia) presso il Teatro Dante Alighieri. La delegazione salernitana sarà composta dal Presidente Michele Strianese che è anche il Presidente UPI Campania, con lui i Consiglieri Luca Cerretani, Gerardo Palladino, Pasquale Sorrentino, Giuseppe Ruberto, e il Direttore Generale UPI Campania Alfonso Ferraioli. “All’Assemblea Nazionale di Ravenna – dichiara il Presidente Michele Strianese – parteciperanno anche Governo, Regioni e Comuni. Discuteremo insieme di nuove visioni e sfide per disegnare l’agenda politica delle comunità provinciali. Sono infatti i territori, le Province e i Comuni, i veri protagonisti del cambiamento, e dovranno esser in grado di costruire un nuovo modello di sviluppo, fondato su una crescita economica solida, inclusiva e sostenibile. Concordo in pieno infatti con Michele de Pascale, Presidente UPI, che il nostro obiettivo prioritario è lasciare ai giovani un Paese senza più divari economici, sociali, territoriali e culturali, in modo da superare quelle frammentazioni che indeboliscono il sistema Italia. Entro la fine del 2022 Province, Comuni e Città metropolitane riceveranno grazie al PNRR 43 miliardi di euro che abbiamo il dovere di utilizzare per eliminare le disuguaglianze, per costruire un Paese più equilibrato in cui ogni cittadino deve avere le stesse opportunità e identica qualità della vita. Non solo vanno eliminate le distanze fra nord e sud, ma fra città e periferia, fra aree urbane e zone rurali. Isole, montagne, aree interne o costiere dovranno avere adeguata e omogenea crescita economica. È dalle comunità locali che bisogna ripartire, esaltandone le potenzialità e rispettando l’ambiente.

Saranno presenti molti rappresentanti del Governo, fra cui Enrico Giovannini, Ministro per le Infrastrutture della Mobilità Sostenibile, Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amministrazione, il Ministro per l’Istruzione, Patrizio Bianchi, la Ministra per la Famiglia e le pari opportunità Elena Bonetti, la Ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, e il Sottosegretario al Ministero dell’Interno Ivan Scalfarotto, la Ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, la Viceministra all’economia Laura Castelli, la Ministra per gli Affari regionali e le autonomie Maria Stella Gelmini, il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando. A queste si aggiungono molte altre presenze autorevoli come il Presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il Presidente di ANCI Antonio Decaro e ovviamente il Presidente dell’UPI Michele de Pascale.

Inoltre – conclude il Presidente Strianese – nel pomeriggio del 14 luglio, nel confronto su “le nuove Province: come stabilizzare istituzioni e bilanci” in cui intervengono Luciana Lamorgese e Laura Castelli, è previsto anche un mio contributo.

Dalla Campania partiremo in più delegazioni. Oltre ai Presidenti di Provincia, almeno 9 consiglieri delegati rappresenteranno la nostra regione all’Assemblea Nazionale delle Province Italiane. Infatti 4 sono stati nominati dalla Provincia di Salerno, 3 da Caserta e 1 ciascuno da Avellino e Benevento. Oltre ai delegati di Salerno, per la Provincia di Caserta ci saranno i Consiglieri e le Consigliere Diana Olga, Maria Gabriella Santillo e Pasquale Crisci. Per la Provincia di Avellino ci sarà la Consigliera Laura Cerviano. Infine per la Provincia di Benevento il Consigliere Antonio Capuano. Auguro a tutti noi buon lavoro.”

I lavori dell’Assemblea, dal titolo “Province, Italia. Visioni e sfide per disegnare la nuova agenda politica della provincia italiana”, potranno essere seguiti in diretta streaming dal sito dell’UPI www.provinceditalia.it

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.