You are here
Gemellino nato morto, atti sequestrati e inchiesta. Le due bambine non sono positive Attualità Provincia e Regione 

Gemellino nato morto, atti sequestrati e inchiesta. Le due bambine non sono positive

Su disposizione della procura di Nocera Inferiore, sono stati sequestrati dai carabinieri i documenti sanitari relativi all’intera vicenda della neo mamma positiva al Covid, che si è vista negata il ricovero ai Camaldoli di Napoli e ha dovuto partorire nel reparto non attrezzato dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Dovranno essere accertate eventuali responsabilità. Intanto sono negative le due gemelline che la donna ha messo al mondo. Non ce l’ha fatta, invece, il maschietto. Sarà l’inchiesta a stabilire diversi punti, a cominciare se sono stati rispettati tutti protocolli, dal mancato ricovero a Napoli (ai Camaldoli) e dall’alterativa che non è stata trovata nel capoluogo campano per far partorire la 37enne nonostante le proteste dei medici del nosocomio nocerino.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi