You are here
Tenta la consegna di due telefonini al detenuto scafatese in carcere in Piemonte: nei guai un avvocato Provincia e Regione 

Tenta la consegna di due telefonini al detenuto scafatese in carcere in Piemonte: nei guai un avvocato

Tenta di introdurre due telefoni cellulari in carcere che, successivamente, avrebbe consegnato al boss scafatese Vincenzo Starita: denunciato anziano avvocato salernitano. Il penalista è finito nei guai nel carcere piemontese di Saluzzo , dove venerdì scorso si era recato per incontrare Starita, alias a’ strega, in cella per una questione relativa allo spaccio di droga tra l’Agro nocerino sarnese e l’hinterland vesuviano. Una volta giunto all’interno della casa circondariale è scattata la perquisizione degli agenti di polizia penitenziaria che, immediatamente, hanno fatto scattare le procedure del caso. L’avvocato, al momento del controllo, era in possesso di due micro-cellullari. Non avendo fornito motivazioni valide ai poliziotti-scrive la Città-i, è scattata la denuncia. Da chiarire l’intenzione del professionista, che dopo il controllo avrebbe incontrato Starita per il più classico dei colloqui tra avvocato e cliente. La scoperta dei telefoni prima di incrociare il detenuto scafatese, infatti, non ha portato alla consumazione del presunto reato, facendo scattare così soltanto una denuncia nei suoi confronti.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi