You are here
Terremoto politico a San Gregorio Magno: cade l’Amministrazione Grippo Politica 

Terremoto politico a San Gregorio Magno: cade l’Amministrazione Grippo

Con 7 voti favorevoli e 5 contrari è stata approvata la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di San Gregorio Magno, Onofrio Grippo

La caduta di Grippo arriva a 2 anni dalla sua elezione e “a causa” della fuoriuscita di tre consiglieri di maggioranza che insieme a quelli di minoranza, hanno votato la sfiducia. Nei prossimi giorni verrà nominato il commissario prefettizio che guiderà il paese fino alle prossime elezioni amministrative.

 

Tra le accuse sollevate a Grippo da parte dei consiglieri dissidenti e della minoranza, l’approvazione del Piano Urbanistico comunale, della pulizia e degli spazi urbani, la presunta irregolarità nella presentazione di documenti e i finanziamenti per l’evento di Via Bacco, affermazioni smentite dal primo cittadino che durante il suo intervento ha voluto ricordare la mole di lavoro a cui il Comune è andato incontro nei 27 mesi di amministrazione.

“Si tratta di una mozione di sfiducia ingannevole e capziosa e che non fa bene alla comunità – ha spiegato Grippo – Una vera e propria sospensione della democrazia“.

Intanto nei prossimi giorni, il Prefetto nominerà un commissario che dovrà guidare la città fino a nuove elezioni.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.