You are here
In fiamme azienda di rifiuti speciali tra Eboli e Battipaglia, tensione tra i residenti Cronaca Primo piano Provincia e Regione 

In fiamme azienda di rifiuti speciali tra Eboli e Battipaglia, tensione tra i residenti

Un vasto incendio ha avvolto una azienda di rifiuti speciali tra Eboli e Battipaglia. Le fiamme – secondo Zerottonove.it – si sarebbero propogate dalle steppaglie, per poi arrivare fino alle ecoballe. Nonostante la presenza di Vigili del Fuoco e Protezione Civile, risulta difficile domare le fiamme in breve tempo. I cittadini preoccupati dalla densa nuvola di fumo nero che si sta alzando sulle due città hanno immediatamente allertato i soccorsi.  Durissimo il commento del sindaco di Eboli Cariello: Ennesimo incendio collegato con la gestione privata dei rifiuti, che  allarma una parte del territorio ebolitano, penalizzando e minacciando  abitazioni e residenti.  Il sindaco di Battipaglia Cecilia Francese sul suo profilo facebook scrive: «Un atto irresponsabile da parte del privato che quest’amministrazione non esiterà a denunciare. Il Comune ha messo in campo ogni azione preventiva affinché questo non accadesse. È possibile, infatti, reperire sul sito l’ordinanza di smaltimento e bonifica in danno al privato. A giugno il soggetto responsabile New Regeneral Plast, dopo diversi cambi di proprietà, ha chiesto un’ulteriore proroga, che è stata diniegata dagli uffici per rimuovere i rifiuti immediatamente avviando contestualmente la procedura art. 242 del codice dell’ambiente con trasferimento per competenza alla Provincia e Regione affinché venissero attuate immediatamente misure di prevenzione, di ripristino o di bonifica. “Avevamo già messo in campo quanto necessario. È grave che un privato investito di responsabilità non dia seguito e ci costringa a ricorrere a Provincia e Regione. Ora basta va fermata la cattiva gestione, abbiamo fatto tempo fa gli atti dovuti verso questa azienda e procederemo con le denunce” dichiara il sindaco di Battipaglia Cecilia Francese. Al fianco degli ebolitani il sindaco di Eboli,  Massimo Cariello, impegnato nella salvaguardia del territorio e  dell’ambiente e nella tutela della salute pubblica. Il primo cittadino chiede garanzie, controlli, provvedimenti drastici e definitivi. «Si  tratta del quarto incendio, nel giro di un solo anno, che si sviluppa  all’interno della gestione privata dei rifiuti nel Comune di Battipaglia  – attacca con fermezza il sindaco di Eboli -. I cittadini ebolitani sono  allarmati ed io con loro, perché questi incendi stanno determinando un  enorme danno soprattutto alle nostre colture agricole ed a tante  abitazioni private sul territorio comunale. Chiedo ufficialmente al  Comune di Battipaglia se in questo ultimo anno, visti i tanti e  pericolosi incendi registrati, abbia operato interventi. Se, inoltre,  siano stati fatti dei controlli e quali siano i risultati. Il pericolo  potenziale è evidente, la preoccupazione dei cittadini è concreta,  invito ufficialmente le autorità competenti ad intervenire urgentemente. Un danno del genere è inaccettabile, occorre controllare gestioni e  flussi dei rifiuti, l’ambiente e la salute dei cittadini non possono  essere penalizzati da un mancato controllo del territorio, chiediamo  chiarezza». L’Amministrazione comunale di Eboli si è attivata  immediatamente. «Insieme con il sindaco – dice l’assessore all’ambiente,  Emilio Masala – abbiamo effettuato un primo sopralluogo. Siamo rimasti  allibiti, si sta verificando inquinamento vasto e danno enorme  sull’intera Piana del Sele, è una vera emergenza di cui i cittadini sono  vittime».

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi