You are here
I fiorai: “Togliere l’obbligo di non portare fiori freschi al cimitero” Attualità 

I fiorai: “Togliere l’obbligo di non portare fiori freschi al cimitero”

Appello ai sindaci del territorio è arrivato da Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani. Chiede di scongiurare il divieto di portare fiori freschi in cimitero, d’estate, così da evitare il rallentamento delle vendite e dare una boccata d’ossigeno al settore del florovivaismo. A gravare sul settore è poi l’assenza di cerimonie, matrimoni, feste ed eventi. Le perdite si stanno sommando a quelle già registrate durante la quarantena, con imprenditori e cooperative costrette a mandare al macero il 100% della produzione. Secondo i dati in possesso del Consorzio sono stati circa 10mila gli appuntamenti saltati solo in Campania. Nel 2021 il lavoro raddoppierà poiché bisognerà recuperare i matrimoni e le cerimonie saltate quest’anno.

“Potremmo trovarci con un settore ingessato e senza approvvigionamenti. Con l’aggravante di dover comprare dall’estero non aiutando certo il comparto made in Italy” così il presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi