You are here
Covid 19 in Campania, l’ordine degli psicologi chiede all’Asl di bandire concorsi per formare assistenza post pandemia Attualità Italia e Mondo 

Covid 19 in Campania, l’ordine degli psicologi chiede all’Asl di bandire concorsi per formare assistenza post pandemia

Covid 19: l’ordine degli psicologi della Campania chiede di indire subito concorsi per per colmare la carenza di psicologi nelle ASL

L’ordine degli psicologi della Campania in una nota chiede alle Aziende Sanitaria Locali di tutta la Regione Campania di bandire concorsi per reclutare psicologi e nello stesso tempo di valorizzare le risorse presenti sul territorio per offrire ai cittadini le prestazioni previste dai Livelli Essenziali di Assistenza ed evitare l’aumento dei casi clinici nella fase successiva all’ermergenza covid 19. Il presidente dell’ordine degli psicologi della Campania Armando Cozzuto e la coordinatrice della commissione sanità dell’ordine Antonietta Grandinetti hanno consegnato un documento ai presidenti delle commissioni sanità e bilancio della Regione Alaia e Picarone.
“Il Covid ha messo a nudo le fragilita’ del Sistema sanitario nazionale – si legge nel documento – in termini di prevenzione e assistenza territoriale. Oggi non si puo’ parlare di salute senza parlare di salute psicologica. Una volta sconfitto il virus, dobbiamo prepararci al riemergere di altre patologie che oggi passano in secondo piano”. Alla luce di questo, l’Ordine sottolinea la “grave carenza” di psicologi all’interno delle Asl e chiede una “rivalutazione del fabbisogno”, invitando i direttori generali ad “attivare le procedure concorsuali e a consultare gli psicologi nella stesura dei nuovi atti aziendali, al fine di garantire assistenza ai cittadini nel rispetto dei Lea”. “La nostra richiesta avviene nel solco della legge regionale per lo Psicologo di base – spiega Cozzuto – approvata dal Consiglio nel luglio del 2020 e per la quale, insieme alla Regione, siamo in attesa del passaggio in Corte Costituzionale. Allo stesso tempo abbiamo depositato un documento per la valorizzazione e la riqualificazione degli psicologi che esercitano nei contesti della riabilitazione”. “La mancata assistenza psicologica – fa notare Grandinetti – porta a un aumento sia dei casi clinici che della cronicita’ e, conseguentemente, un aumento dei costi e della spesa sanitaria. Dare una risposta integrata e tempestiva, quindi, consente anche di produrre risparmi e aumentare la sostenibilita’ del Sistema sanitario”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.