You are here
Aids: 36 anni fa moriva Rock Hudson, il mondo scopriva la malattia Attualità 

Aids: 36 anni fa moriva Rock Hudson, il mondo scopriva la malattia

Accadde oggi; era il 2 ottobre 1985, 36 anni fa,  quando Rock Hudson, attore simbolo della mascolinità Usa, morì portando per la prima volta ‘alla luce’ la malattia: l’Aids. La morte, scrisse poi qualche anno più tardi Randy Shilts, uno dei principali storici dell’epidemia, “è stato il singolo evento più importante nella storia dell’epidemia per molti medici. La rivelazione sull’attore aveva all’improvviso fatto prendere coscienza alle persone che c’erano bambini con l’Aids che volevano andare a scuola, lavoratori con l’Aids che volevano andare al lavoro e ricercatori che avevano bisogno di fondi”. La notizia della malattia, insieme alla rivelazione sulla omosessualità dell’attore, divenne ufficiale il 25 luglio dell’85, dieci giorni dopo una conferenza stampa in cui Hudson si era presentato già molto debilitato. Due mesi più tardi la morte a Parigi, dove era andato con la speranza di ricevere una cura allora sperimentale per la quale avrebbe chiesto aiuto addirittura all’allora presidente Ronald Reagan che però si sarebbe rifiutato di fare pressioni.

Quello che fa pensare è quanto sia cambiata la storia della malattia, è una cosa che mette un po’ i brividi, in pochissimo tempo si è passati da una malattia sempre mortale alla situazione di oggi. Oltre al successo della medicina c’è anche il tema dell’accesso alle cure, questa è stata l’altra grande epopea dell’Aids, che ha fatto capire che non basta trovare la cura nel nord del mondo ma anche trovare il modo di distribuirla a tutti quelli che ne hanno bisogno.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi