You are here
Ad Amalfi arrestato il truffatore delle cravatte di seta Provincia e Regione 

Ad Amalfi arrestato il truffatore delle cravatte di seta

I carabinieri della compagnia di Amalfi fanno tratto in arresto il “truffatore delle cravatte di seta”. L’uomo, un 47enne di origini partenopee, deve rispondere del reato di truffa aggravata ai danni di un 79enne amalfitano. L’episodio contestato risale allo scorso mese di marzo, prima dell’inizio del lockdown. La vittima, nella denuncia sporta ai carabinieri di Amalfi, raccontò di essere stato avvicinato da un’auto all’uscita dell’ufficio postale. A bordo della vettura vi era una persona che sosteneva di essere stato un suo vecchio collega di lavoro presso la sede di una società informatica di Roma dove i due avrebbero lavorato insieme diversi anni e dove effettivamente il 79enne era stato impiegato. Un colloquio cordiale ed amichevole, nel corso del quale il 47enne dimostrò di conoscere anche vicende personali della vittima. Successivamente l’uomo offrì all’anziano alcune cravatte definite di pregevole fattura e realizzate dalla ditta della moglie. Con la scusa di avere problemi di prelievo al bancomat, però, richiese all’anziano un prestito di 400 euro con la promessa di restituirli al prossimo incontro. Una volta ricevuta la somma in contante, il truffatore si allontanò a bordo della sua auto. Solo a quel punto, dopo aver visionato meglio le cravatte, risultate poi di pessima fattura, il pensionato si rese conto di essere stato truffato.

I carabinieri, visionando numerose telecamere pubbliche e private presenti in Piazza Flavio Gioia, sono riusciti a individuare la targa dell’auto, risalire al proprietario e identificare l’autore del reato. L’uomo, tra l’altro, era stato denunciato in stato di libertà solo pochi giorni prima, a Sorrento, per aver commesso lo stesso tipo di reato e con lo stesso modus operandi. Nell’ambito della perquisizione domiciliare effettuata dalle forze dell’ordine, scrive ottopagine. It, sono state rinvenute altre 52 cravatte della stessa foggia e fattura di quelle usate per commettere la truffa. Il 47enne ora si trova agli arresti domiciliari.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi