You are here
Un avvocato a processo per accuda di diffamazione sui social Primo piano Provincia e Regione 

Un avvocato a processo per accuda di diffamazione sui social

L’avvocato ed ex esponente e coordinatore de “La città che vogliamo” Aniello Novi dovrà affrontare un processo per l’accusa di diffamazione a mezzo social per un post pubblicato su Facebook.

In particolare, il post incriminato contestato all’ex politico paganese riguardava la Farmacia Comunale, più volte finita nell’occhio del ciclone per la gestione del Comune di Pagani.
Novi scrisse nel suo post una sorta di «Avviso pubblico» chiamando in causa, tra gli altri, Emilio Bonaduce, consigliere politico del consigliere regionale Alberico Gambino, ed elencando una lunga serie di parentele e amicizie divenute motivo di favore, secondo la sua opinione, per l’istituzione e l’affidamento della Farmacia comunale.
“Ne consegue che al di là della ritualità dell’affidamento- concludeva il post diffuso via facebook il due febbraio 2015- appare evidente che la farmacia comunale è stata affidata a parenti e amici o affini. E tutti finsero felici e contenti. Chi è che dice le bugie?”.
Da quel post è arrivata una denuncia, con l’indagine e i relativi riscontri svolti dalla Procura di Nocera Inferiore. Novi, difeso di fiducia dall’avvocato Vincenzo Calabrese, comparirà davanti al giudice monocratico del Tribunale di Nocera Inferiore il prossimo primo dicembre 2017. 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.