You are here
San Marzano sul Sarno, botte tra marocchini, due feriti e denunciati. La sindaca: “Al via il censimento degli stranieri” Provincia Provincia e Regione 

San Marzano sul Sarno, botte tra marocchini, due feriti e denunciati. La sindaca: “Al via il censimento degli stranieri”

Rissa tra immigrati a San Marzano sul Sarno, due feriti e denunciati. E’ accaduto maercoledì sera. Trattasi di cittadini marocchini di 20 e 23 anni di cui uno è clandestino per cui sarà espulso. Arriva il plauso della sindaca Carmela Zuottolo dopo l’operazione del Reparto territoriale dei carabinieri di Nocera Inferiore e della locale stazione dell’Arma. “Siamo soddisfatti dell’attività svolta dai militari che, questa mattina, hanno effettuato con me un sopralluogo in piazza Nassirya dove è accaduto la rissa tra extracomunitari.
Da parte della mia amministrazione comunale c’è tutta la volontà di condividere con le forze dell’ordine un piano che porti la mia comunità a vivere tranquilla e, dunque, a reprimere ogni fenomeno di violenza.
Esemplare la risposta immediata data dal comandante del Reparto territoriale, Rosario Di Gangi, e dal comandante della locale stazione dei Carabinieri , Vincenzo Di Domenico, per la alla città di San Marzano sul Sarno.
Intervenuti immediatamente e sequestrata anche l’oggetto della rissa con notifica di espulsione dell’extracomunitario proveniente da un paese vicino. Con la polizia municipale, guidata dal comandante Gennaro Perulli, siamo pronti ad attuare controlli più stringenti sin da subito. Infatti, è già in atto un censimento.”, ha detto.
Una stretta che, per la Zuottolo, partirà in tempi brevi. “Con questo censimento stiamo chiedendo a tutte le persone straniere presenti sul nostro territorio a che titolo vivono in città e se sono in regola con il permesso di soggiorno. Capiremo, così, le condizioni abitative in cui vivono e, dunque, dovranno esibire un regolare contratto di locazione. Nessuna caccia alle streghe, ma soltanto agire su un fenomeno che da tempo attanaglia la città. La collaborazione con l’Arma dei carabinieri va in tal senso. La loro presenza sul territorio significa che lo Stato c’è. E i carabinieri saranno presenti anche ai controlli che faremo con gli agenti della nostra polizia municipale”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.