You are here
Salerno, rifiuti sospetti al porto commerciale: blitz della Capitaneria Cronaca Primo piano 

Salerno, rifiuti sospetti al porto commerciale: blitz della Capitaneria

Rifiuti sospetti al porto di Salerno. È scattato nei giorni scorsi il blitz della Capitaneria al porto commerciale. Nel mirino dei militari, diretti dal maggiore Claudia Di Lucca, sono finiti decine e decine di containers contenenti materiali ferrosi pronti a partire per destinazioni italiane.

In particolare, in Sardegna. Ma non solo. Uno “scambio” commerciale sul quale si è ora accesa l’attenzione degli investigatori che intendono capire se, tra quel materiale destinato a rifiuto, ci siano elementi inquinanti. I controlli sono andati avanti per tutta la giornata e, probabilmente, proseguiranno anche per quella di oggi. Gli uomini in divisa hanno setacciato all’interno dei containers alla ricerca di elementi che potessero sembrare “anomali” per quel tipo di rifiuto/non rifiuto e hanno anche prelevato dei campioni da far controllare agli esperti.

Obiettivo, cercare elementi inquinanti e capire chi ci possa essere dietro ad un eventuale traffico di rifiuti ritenuti illegali. Anche perché, per questo tipo di materiale, esiste un regolamento molto preciso e anche una disciplina particolare per lo smaltimento. Più che rifiuti, si tratta di «end of waste», ovvero materiale che va riciclato e non viene considerato rifiuto a meno che non siano sporchi.

mm

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi