You are here
Salerno, Incontro-Confronto: “Ho fatto tutto per essere felice. Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo” Attualità Turismo ed Eventi 

Salerno, Incontro-Confronto: “Ho fatto tutto per essere felice. Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo”

Martedì 29 Giugno alle ore 19,30 sulla pagina FB e sul canale YouTube del Centro Culturale di Salerno “Cara beltà” avrà luogo un incontro in diretta dal titolo “Ho fatto tutto per essere felice. Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo”. Parteciperanno: S.E. Mons. Andrea Bellandi, Arcivescovo Metropolita di Salerno-Campagna-Acerno, Anna Rita Piccinini, figlia di Enzo Piccinini e medico presso l’Ospedale Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, Lucio Saggese, a testimonianza dell’impegno del medico bolognese in occasione del terremoto dell’Irpinia del 1980. Modera Aniello Landi, Presidente del Centro Culturale “Cara beltà”.
Attualmente, il libro scritto da Marco Bardazzi, dedicato alla memoria del chirurgo Enzo Piccinini, dal cui titolo prende le mosse l’incontro promosso dal Centro Culturale “Cara beltà”, è per Amazon il libro più venduto nella categoria “Professione medica” e sta scalando anche le classifiche dell’ambito cristiano.
Piccinini nasce a Scandiano (RE) il 5 giugno 1951. Partecipa attivamente e da subito al movimento di Comunione e Liberazione, che muove in quegli anni i primi passi nelle università italiane, consolidando, nel corso del tempo, uno stretto rapporto personale con don Luigi Giussani, fondatore del movimento. Nel 1976 consegue la laurea in Medicina e Chirurgia e inizia la specializzazione in Chirurgia Generale e successivamente in Chirurgia Vascolare. Diviene fondatore e animatore di esperienze educative, sociali e culturali. In ambito professionale, il Dr. Piccinini ha sempre ritenuto di prioritaria importanza l’unitarietà della sua attività clinica con quella di ricerca e di insegnamento, anche attraverso il confronto con i più qualificati Centri Universitari Internazionali, con i quali collaborava in numerosi progetti di ricerca quali ad esempio l’Università di Harvard, l’Università di Chicago e la VI Università di Parigi. Nel 1999 il Dr. Piccinini è il responsabile della realizzazione di un “Master in Colonproctologia” patrocinato dall’Unione Europea e dalla Università degli Studi di Bologna, in collaborazione con le Università di Vienna e di Madrid. La sua passione per un continuo miglioramento professionale ha sempre avuto come obiettivo la cura della persona malata considerando, insieme alla malattia, ogni aspetto del bisogno umano e di questo fanno fede le tante testimonianze dei suoi pazienti.
Il 26 maggio 1999 Enzo Piccinini muore improvvisamente in un incidente stradale sull’A1, in prossimità di Fidenza. Al funerale, celebrato dal Card. Giacomo Biffi in S. Petronio a Bologna, hanno partecipato oltre 7.000 persone.
Tuttora alla Fondazione che porta il suo nome pervengono scritti e testimonianze di giovani che esprimono gratitudine e riconoscenza per l’incontro con Enzo Piccinini, che ha segnato così positivamente la loro vita.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi