You are here
Salerno, chiusura la Fabbrica: nuovi presidi Attualità Economia 

Salerno, chiusura la Fabbrica: nuovi presidi

Continua il presidio da parte dei lavoratori ex Mcm davanti al centro commerciale “La Fabbrica” chiuso ormai da 10 giorni. Anche le Associazioni “Salute e vita” e “Help Tutela e sostegno dei consumatori” hanno voluto questa mattina tenere una conferenza stampa per una riflessione sul fallimento dell’iniziativa imprenditoriale del gruppo Lettieri.

Lorenzo Forte ed il consigliere comunale Giampaolo Lambiase che da sempre ha mostrato forti perplessità definendolo un investimento illegittimo e fallimentare in quanto avveniva in un contesto di piena zona industriale, hanno rivolto critiche anche all’Amministrazione Comunale che, insieme all’ASI, ha favorito l’insediamento di un centro commerciale che purtroppo nasceva già morto in quanto collocato all’interno di un contesto industriale e quindi violentando e stravolgendo la finalità e la vocazione di quel territorio per favorire solo una vera e propria speculazione.

Presente al presidio anche il sindacalista Angelo Rispoli, segretario provinciale del sindacato CSA-FIADEL Salerno, che si è occupato della vertenza dei lavoratori e che ieri è riuscito ad avere un veloce confronto con il presidente del gruppo, Giuseppe Lettieri che avrebbe promesso un incontro chiarificatore con i lavoratori delle pulizie.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi