You are here
Roccapiemonte: rubati i cavi della pubblica illuminazione a Codola. La rabbia del sindaco Provincia e Regione 

Roccapiemonte: rubati i cavi della pubblica illuminazione a Codola. La rabbia del sindaco

Soltanto qualche mese fa, e dopo anni di attesa da parte degli utenti, il Sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano, dopo l’assiduo impegno portato avanti dal responsabile dell’Ufficio Tecnico Mario Ferrante e dai consiglieri comunali delegati alla manutenzione Sabato Grimaldi e Luigi Lanzara, aveva inaugurato il nuovo impianto di pubblica illuminazione in località Codola – San Pasquale, da sempre rimasta al buio. Purtroppo, stamattina è stato segnalato il furto di un cavo fondamentale per l’accensione di alcuni dei pali della luce presenti in quella zona che, per vari tratti, non sarà illuminata per il periodo necessario ad eseguire i lavori di ripristino.

Questo quanto ha dichiarato il Sindaco Carmine Pagano: “E’ un atto incivile e criminale di soggetti che spero avranno vita breve. Infatti, è già partita una indagine della Polizia Municipale guidati dal neo Comandante Lamanna. Attraverso le immagini raccolte dalle telecamere di videosorveglianza contiamo di poter assicurare alla giustizia i responsabili. Tra l’altro, ci è stato segnato che episodi simili si sono verificati anche nelle cittadine limitrofe. Intanto, l’Amministrazione Comunale, attraverso la ditta incaricata, si è già attivata per riportare alla normalità l’illuminazione a Codola – San Pasquale”.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi