You are here
Qualità della Vita, Imma Vietri (FdI): “Preoccupanti i dati di Salerno e provincia. La fuga dei giovani continua, dal Pd solo chiacchiere” Attualità 

Qualità della Vita, Imma Vietri (FdI): “Preoccupanti i dati di Salerno e provincia. La fuga dei giovani continua, dal Pd solo chiacchiere”

 “L’ennesima classifica del Sole 24 Ore testimonia il fallimento delle politiche giovanili e per la famiglia del centrosinistra a Salerno, nella sua provincia e in Campania”. Lo dichiara, in una nota, la dirigente provinciale di Fratelli d’Italia Imma Vietri che si sofferma, in particolare, sui dati relativi al territorio salernitano: “Uno dei dati più allarmanti riguarda la collocazione di Salerno all’82esima posizione su 107 città italiane per l’emigrazione di ragazzi e ragazze: in migliaia, ogni anno, sono costretti a lasciare le loro famiglie e gli affetti più cari per recarsi nel Nord Italia o finanche all’estero per trovare un’occupazione vera. La provincia di Salerno è, non a caso, 87esima proprio per la disoccupazione giovanile: un altro dato preoccupante che, però, sembra non interessare chi dovrebbe mettere in campo delle soluzioni per favorire la crescita e lo sviluppo del nostro territorio. Ciò che emerge da questa indagine – spiega Imma Vietri – è che il Reddito di Cittadinanza non ha portato nessun beneficio sotto il profilo occupazionale. Anzi, la situazione è peggiorata: il lavoro o non lo si cerca proprio più o si va a cercarlo via da Salerno e dalla sua provincia. Non è, dunque, con il reddito di cittadinanza oppure con le mance di 200 euro previste nel Decreto Aiuti del Governo Draghi che si risolvono i problemi. Da tempo, Fratelli d’Italia chiede: maggiori investimenti per aiutare le aziende, che hanno resistito alla crisi economica causata dalla pandemia, ad assumere giovani pagando meno tasse; una redistribuzione equa dei fondi statali per favorire la nascita di nuove imprese e start up; la creazione di progetti seri e fattibili per non sprecare l’occasione del Pnrr. Finora, però, abbiamo assistito solo ad annunci, chiacchiere e promesse elettorali sia dalle istituzioni locali che dal Governo nazionale. E ogni tanto ci piacerebbe sentire un mea culpa se i risultati non sono proprio quelli sperati e quelli che gli abitanti di questa provincia si meriterebbero” conclude Imma Vietri.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.