You are here
Padula: revocata l’autorizzazione alla Casa Famiglia “San Pio” Cronaca 

Padula: revocata l’autorizzazione alla Casa Famiglia “San Pio”

Il Consorzio Sociale Vallo di Diano Tanagro Alburni ha revocato l’autorizzazione ad ospitare anziani presso la propria struttura, alla Casa Famiglia San Pio di Padula, questo perchè il numero degli ospiti era maggiore rispetto a quelli che avrebbe potuto accogliere.

In suddetta struttura sono stati trovati positivi al coronavirus 8 persone: la titolare, due operatrici e 5 anziane, di cui 4 sono state già trasferite all’ospedale Da Procida a Salerno.

La titolare Carmelina Abbatemarco (già negativa al secondo tampone) ha fatto ricorso al TAR per far revocare il provvedimento emanato dal sindaco di Padula, secondo il quale gli ospiti della Casa Famiglia dovevano essere trasferti al Campolongo Hospital. La trattazione collegiale è fissata per il 13 maggio 2020.

Queste le parole della signora Abbatemarco, titolare della struttura:  “Sono profondamente amareggiata – afferma – per quello che io ritengo un continuo accanimento nei miei riguardi e nei riguardi della struttura di cui sono titolare. Al giorno d’oggi togliere il lavoro a diverse persone, soprattutto in questo particolare momento di crisi economica, è inaccettabile, soprattutto quando da più parti c’è la conferma che quel lavoro viene svolto bene e nel rispetto degli anziani“… “alcuni di loro erano stati accolti provvisoriamente prima dell’emergenza sanitaria di cui si iniziava a parlare anche in Italia. Molte famiglie avevano paura di farli accudire a casa dalle badanti e quindi li avevano affidati a noi. Inoltre la situazione era provvisoria, dato che è in via di ultimazione una struttura più grande che doveva essere aperta prima di Pasqua ma i cui lavori sono stati momentaneamente sospesi a causa del blocco delle attività per l’emergenza Covid“.

 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.