You are here
NODO PROGRESSIONI VERTICALI AL COMUNE DI SCAFATI, PRESSING FP CGIL. RIANNA: “PRONTI A OGNI AZIONE IN TUTELA DEI DIPENDENTI” Provincia Provincia e Regione 

NODO PROGRESSIONI VERTICALI AL COMUNE DI SCAFATI, PRESSING FP CGIL. RIANNA: “PRONTI A OGNI AZIONE IN TUTELA DEI DIPENDENTI”

Al via la delegazione trattante ieri al Comune di Scafati tra sindacati e parte pubblica. La parte pubblica, era composta dalla segretaria comunale e dalla dottoressa Farro. Presenti anche l’assessore al personale, quello alla Polizia municipale e l’assessore ai lavori pubblici e allo sport. L’incontro è stato tutto sommato positivo, tranne il tasto dolente delle progressioni verticali non previste nel piano del fabbisogno triennale 2022/24
A fare il punto della situazione è il Coordinatore provinciale FP Cgil Alfonso Rianna.

“Per quanto riguarda le indennità sospese dell’anno 2021, cioè l’ articolo 70 qiunques  (specifiche responsabilità)e la performance tra giugno e luglio, sarà tutto liquidato. Finalmente quindi chiudiamo questo capitolo per le indennità dell’anno 2021, per poi rivederci a settembre in attesa che  venga  sottoscritto il nuovo contratto collettivo di lavoro 2019/21 per ripartire poi fondo salario accessorio anno 2022. Parola fine anche  alla questione dei buoni pasti arretrati per il personale della Polizia municipale per il turno pomeridiano sospeso da un anno e mezzo,  In virtù di una sentenza della Cassazione e anche del fatto che questa istituto sarà inserito nel nuovo contratto che sarà firmato a breve, la parte pubblica si è presa l’impegno di liquidare tutti gli arretrati per la Polizia municipale” continua Rianna “In ballo anche la questione delle progressioni orizzontali: per il 2020 assegnate, per il 2021 a breve verrà pubblicato il bando. Rimane ancora sospesa la questione delle progressioni orizzontali anno 2019. La parte pubblica ha detto di aver impegnato un avvocato dell’Ente per un parere e aspettano la risposta di questo parere prima di procedere. Potremo quindi vedere la conclusione della procedura entro settembre”

E ancora: “Abbiamo chiesto che venga costituito ai sensi articolo 14 del contratto nazionale di lavoro, il fondo per il lavoro straordinario. Ciò in quanto si sta usando fondo per lavoro straordinario che però non è ancora costituito formalmente: anche su questo è stato detto dai vertici comunali che verrà fatto a giorni. Per quanto concerne i diritti di notifica per i messi comunali per l’anno 2021 ho spiegato bene come funziona la procedura ed è stata recepita la nostra indicazione” spiega il sindacalista Cgil.
Inoltre è stato chiarito anche l’atavica questione dei fondi della L.208 CDS per la parte riguardante la previdenza per la Polizia Municipale.
“Il punto dolente di questo incontro  positivo, riguarda però un tema prioritario per noi che è il Piano triennale del fabbisogno personale per gli anni 2022 2024. Nel corso della riunione ho spiegato tecnicamente come funziona il piano, mettendo alla luce le negatività di quello del  Comune di Scafati. Il nostro Ente, pure essendo in riequilibrio ha un buon valore soglia per assumere. Infatti, sono previste 36 assunzioni. Però, in quelle 36 assunzioni che riguardano un pochettino tutte le fasce, non sono state previste le progressioni verticali. Tali progressioni sono quelle dirette alle professionalità presenti all’interno dell’Ente che nel corso degli anni hanno svolto mansioni superiori, senza alcun riconoscimento economico. La parte pubblica non ha previsto nulla per questi dipendenti. Sembra che non ci sia una volontà politica in tal senso: dunque, abbiamo chiesto una rettifica con l’inserimento di tali progressioni verticali all’interno del fabbisogno e ci è stato risposto che ci faranno sapere” spiega il rappresentante Cgil Rianna “Nel caso che la risposta fosse negativa, le organizzazioni sindacali metteranno in campo tutto ciò che riguarda la tutela dei dipendenti. Ci aspettiamo un loro ripensamento: del resto, non sono tanti i dipendenti interessati. Abbiamo chiesto una minima percentuale: circa il 30% delle 36 previste. Poichè c’è ancora tempo per l’ok al Bilancio, attendiamo la rettifica richiesta, completamente in linea con la realtà normativa: basta solo volontà politica e correttezza verso le maestranze interessate! Non abbasseremo la guardia su questo tema” conclude Rianna.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.