You are here
Mascherine e protezioni individuali, la Regione Campania istituisce commissione per la validazione: tutti i nomi Attualità Italia e Mondo Primo piano Provincia e Regione 

Mascherine e protezioni individuali, la Regione Campania istituisce commissione per la validazione: tutti i nomi

La Regione Campania istituisce la commissione regionale per la validazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale.

L’istituzione avviene attraverso il decreto dirigenziale regionale 98 del 23 marzo 2021 redatto ai sensi dell’articolo 66 bis, comma 4, della legge numero 77 del 17 luglio 2020.

Il presupposto è “nel Decreto Legge n. 34 del 19 maggio 2020, convertito con modificazioni dalla Legge 17 luglio 2020 n. 77, recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”. 

Stato di emergenza – Nel Decreto dirigenziale regionale 98, si legge: “Il comma 1, dell’articolo 66 bis del sopracitato Decreto dispone che, al fine di assicurare alle imprese il necessario fabbisogno di mascherine chirurgiche e di dispositivi di protezione individuale e di sostenere la ripresa in sicurezza delle attività produttive, per l’importazione e l’immissione in commercio dei predetti dispositivi sono definiti criteri semplificati per la validazione, in deroga alle norme vigenti, che assicurino l’efficacia protettiva idonea all’utilizzo specifico fino al termine dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Ancora: “Il comma 4, dell’articolo 66 bis del sopraccitato Decreto, dispone che le Regioni definiscano le modalità di presentazione delle domande di validazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale (…) e individuino le strutture competenti per la validazione (…) avvalendosi degli organismi notificati e dei laboratori di prova accreditati dall’Accredia, nonché delle Università e dei Centri di Ricerca e Laboratori specializzati per l’effettuazione delle prove sui prodotti, e provvedono ai relativi controlli. Il monitoraggio sull’applicazione dei criteri semplificati di validazione è assicurato dai comitati (…) che supportano l’attività delle Regioni”.

Il Dipartimento 50 – Giunta Regionale della Campania – Direzione Generale 4 – DG per la tutela della salute e il coordinamento del sistema sanitario regionale decreta quindi “di istituire presso la Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale, la Commissione tecnica regionale validazione DPI e mascherine chirurgiche (…)”.

Stabilisce che “la Commissione tecnica regionale validazione DPI e mascherine chirurgiche si prevede composta come segue:

  • dirigente ‘UOD Prevenzione e Igiene Sanitaria – Prevenzione e tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro – O.E.R.’ Regione Campania – Dott. Angelo D’Argenzio, con funzione di presidente, o suo delegato;
  • dirigente ‘UOD Politica del Farmaco e Dispositivi’ Regione Campania – Dott. Ugo Trama, o suo delegato;
  • responsabile UOSD Sicurezza, Prevenzione e Protezione – AORN SantobonoPausilipon – Dott. Giuseppe Terzo;
  • direttore f.f. UOC Farmacia– AORN Santobono-Pausilipon – Dott.ssa Giovanna Margiotta;
  • responsabile Servizio Prevenzione e Protezione IRCCS ‘Fondazione Pascale’ di Napoli
    – Ing. Francesco Florio;
  • dirigente Farmacista presso UOC Farmacia ‘IRCCS Fondazione Pascale’ – Dott.ssa Maria Rosaria Sarno;
  • direttore UOSC Servizio Prevenzione e Protezione ASL Caserta – Ing. Giovanna Rotriguenz;
  • professore Associato presso l’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanitelli’ – Prof.ssa Maria Antonietta Sbordone;
  • Antonio Greco – Funzionario Direzione Generale per la Salute ed il Coordinamento del SSR – UOD Prevenzione e Igiene Sanitaria con funzioni di Segreteria del Tavolo Tecnico”.

La Regione comunica che “ai componenti della Commissione tecnica regionale validazione DPI e mascherine chirurgiche non spettano compensi, gettoni di presenza, rimborsi di spese o altri emolumenti” e che “la Commissione non comporta oneri a carico del bilancio regionale”.
Inoltre specifica che “le attività della Commissione tecnica regionale validazione DPI e mascherine chirurgiche riguarderanno esclusivamente la proposta di definizione delle modalità di presentazione delle domande di validazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale e la loro validazione, in deroga alle norme vigenti, che assicurino l’efficacia protettiva e idonea all’utilizzo specifico fino al termine dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19”, individuando “quale struttura competente a cui inviare le domande e a cui assegnare la responsabilità del procedimento di validazione delle stesse la ‘UOD Prevenzione e Igiene Sanitaria – Prevenzione e tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro – O.E.R’ che concluderà il procedimento entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento dell’istanza”.

Quindi stabilisce che “le modalità di presentazione delle domande di validazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale siano approvati con Determina Dirigenziale della ‘UOD Prevenzione e Igiene Sanitaria – Prevenzione e tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro – O.E.R.’”.

Infine: “A conclusione della fase emergenziale cesseranno i presupposti della validazione in deroga e pertanto cesserà altresì l’attività della Commissione”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.