You are here
Lazio-Salernitana: arrivate le restrizioni per il settore ospiti Attualità Sport 

Lazio-Salernitana: arrivate le restrizioni per il settore ospiti

Bollino rosso per Lazio-Salernitana, considerata partita a rischio per il Viminale. I tifosi della Salernitana non hanno gradito la quantità dei biglietti messi a disposizione nel settore ospiti in vista del match che si disputerà contro la Lazio (a Roma) domenica 30 ottobre, alle 18:00. Infatti è di poche ore fa la nota della Prefettura che fa sapere che per i tifosi della Salernitana, infatti, sarà riservata la “Vendita del solo settore ospiti ridotto a 500 posti e obbligo della Fidelity Card -Tessera del Tifoso della Salernitana per i residenti di tutte le regioni d’Italia”.

Intanto da pochi minuti, nei punti vendita Vivaticket, è partita la prevendita: il costo per il settore ospiti (distinti sud ovest) è di 25 euro e non cifre ben superiori che si erano rincorse ieri sui social.

Le accuse

Sulle pagine social dell’Ums Salerno, uno dei gruppi della Curva Sud Siberiano, è comparso un durissimo comunicato congiunto a firma proprio dell’intera curva che, a quanto filtra, dovrebbe essere presto pubblicato anche dagli altri gruppi della Sud e dal resto della tifoseria organizzata. “Le trasferte, quelle vere, sentite, palpitanti, vissute come uno stato mentale di difesa della propria città e del proprio “status” di ultras. Nel mondo del politicamente corretto e dell’apparire piuttosto che dell’essere, una espressione del genere non è concepita nel modo appropriato”, si legge in apertura di nota da parte degli arrabbiatissimi ultras che etichettano la restrizione come “l‘ennesima vigliaccata di un mondo calcio ormai alla deriva, vittima di sé stesso, della propria falsità e di gente chiamata a gestire una cosa più grande di sé: 500 biglietti in un settore che ne può contenere dieci volte in più è una offesa ad una tifoseria, ad una intera città e alla nostra intelligenza. Non ci piegheremo a questi ricatti e a queste decisioni senza alcun senso; 500 biglietti significa fare una lotteria tra chi deve partire e chi deve rimanere a casa e noi questa cosa non la faremo mai”. Nella nota si chiede quasi di vietare interamente la trasferta.

L’invito alla diserzione

Alcune ricevitorie avrebbero esposto dei messaggi chiari agli ingressi, con un rifiuto di emettere i biglietti. Come già detto, non è ancora cominciata la prevendita e non ci sono comunicazioni in tal senso, ma la strada sembra essere tracciata con l’appello finale del comunicato firmato dalla Curva Sud Siberiano e un altro duro affondo: Noi non ci saremo e chiediamo a tutta la tifoseria salernitana di fare altrettanto. Quel settore deve rimanere vuoto e rappresentare la vergogna di una decisione presa senza alcun senso logico”.

La decisione

L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, organo tecnico del Viminale, ha tenuto conto dei precedenti burrascosi che hanno caratterizzato le ultime sfide di campionato, in particolare l’ultima allo stadio Olimpico. L’anno scorso, un gruppo di ragazzi è stato aggredito all’uscita dal ristorante tanto da dover scortare, per tutto il tragitto, il bus su cui viaggiavano i tifosi della Salernitana. Le forze dell’ordine presero anche nota dell’esplosione di alcune bombe carta sulla pista d’atletica, una delle quali mandò in tilt l’impianto audio. La classificazione della gara tra quelle a rischio ha spinto la Prefettura a queste drastiche valutazioni.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.