You are here
“Irna Città ospitale”, domani il protocollo di intesa a Palazzo Sant’Agostino  Attualità Turismo ed Eventi 

“Irna Città ospitale”, domani il protocollo di intesa a Palazzo Sant’Agostino 

 Domani 15 giugno alle 10,30 presso la sede istituzionale della Provincia di Salerno a Palazzo Sant’Agostino si tiene la sottoscrizione del protocollo d’intesa per l’adesione al progetto “IRNA città ospitale” elaborato dal Centro Turistico Giovanile, Comitato provinciale di Salerno. Al progetto, promosso dal CTG, partecipano la Provincia di Salerno, i Comuni di Salerno, di Pellezzano, di San Mango Piemonte e la Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino ed è finalizzato alla valorizzazione condivisa del patrimonio ambientale, culturale, turistico e sociale attraverso attività di accoglienza e animazione territoriale. “Domani – dichiara il Presidente della Provincia Michele Strianese – andiamo a sottoscrivere un importante protocollo di intesa che, per noi istituzioni, sarà un valido strumento di valorizzazione del nostro patrimonio ambientale, culturale, paesaggistico, turistico. Attraverso la condivisione e la concertazione l’obiettivo è promuovere lo sviluppo delle differenti vocazioni dei territori coinvolti con azioni strategiche mirate. Il titolo del progetto parla chiaro, “IRNA Città ospitale” significa creare un sistema che migliori il livello di qualità di tutta l’area, rafforzando la percezione e la consapevolezza della tutela ambientale e culturale, con la dovuta attenzione anche ai valori di accoglienza e ospitalità in un’ottica di sviluppo sostenibile, fondamentale per fare turismo oggi.” “Abbiamo bisogno di nuovi strumenti – aggiunge il Consigliere provinciale delegato alla cultura Francesco Morra e Sindaco del Comune di Pellezzano – che possano rispondere a una logica territoriale omogenea per creare sinergie e costruire percorsi condivisi. Il progetto “IRNA città ospitale”, che ci propone il CTG come soggetto capofila, si fonda sulla capacità di essere comunità. In questo quindi si colloca l’area di Fratte, cioè la porta Nord di Salerno, che fa accedere alla zona collinare della città, poi il Comune di Pellezzano che è snodo fondamentale verso la valle dell’Irno e verso l’Agro Nocerino Sarnese, il Comune di San Mango che collega invece con l’area dei Monti Picentini e infine la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, che, rappresenta il Ministero della Cultura nel territorio.”

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.