You are here
IL SAN MARZANO PASSA IL TURNO IN COPPA ITALIA DI ECCELLENZA Calcio Dilettanti Sport 

IL SAN MARZANO PASSA IL TURNO IN COPPA ITALIA DI ECCELLENZA

Vittoria per 2-0 contro il Castel San Giorgio e qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Italia di Eccellenza “Angelo Zeoli”. Il San Marzano sblocca il match nella ripresa dopo aver collezionato, al solito, numerose occasioni da gol.

La cronaca. Pirozzi concede spazio dal 1’ a Franza, La Montagna e Infimo, con quest’ultimo da perno centrale del tridente offensivo completato da Spinola e Marotta. Sul fronte opposto, out Lenci e Asciuti, anche mister Prisco opta per un po’ di turnover.

Subito un botta e risposta nei primi minuti. Marotta impegna Salsano su punizione al 3’, trovando poi una deviazione su un velenoso tiro-cross sul corner seguente. Sul fronte opposto, Polizzi di testa si vede deviare in angolo un colpo di testa a botta sicura.

Ancora Marotta protagonista per i blaugrana. Al 6’ pennella un cross per il colpo di testa di Infimo, incredibilmente alto. Al 18’ assist basso per il rasoterra di Lettieri che finisce sul fondo. A metà frazione il fantasista napoletano ci prova senza successo prima su punizione, poi su appoggio di Infimo.

Flash ospite al 28’, con Maresca che alza la mira su cross di Polichetti, poi l’ultimo sussulto del primo tempo con l’incursione a sinistra di Spinola che impegna Salsano.

Lo stesso argentino inaugura il taccuino delle occasioni al 7’, con una sventola dalla distanza che colpisce la traversa dopo la deviazione di Salsano. Ancora chance per il San Marzano, sfortunato al 12’ sul colpo di testa di Infimo, ma pure al 14’: da uno schema su punizione, Marotta chiama Salsano alla respinta, poi Chiariello si produce in un’acrobatica rovesciata che manda la palla di poco oltre la traversa.

Rischiano i blaugrana al 18’, quando Polichetti scheggia la traversa con un giro dal limite. Poi, dopo una conclusione ciabattata di Marotta, ci pensa Colarusso con la sua specialità a sbloccare il punteggio: il centrocampista vede il portiere fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto chirurgico da centrocampo.

Dopo la mezz’ora, ancora occasioni a grappoli per il San Marzano. Al 31’ Spinola fa il funambolo a sinistra, ma c’è Salsano in due tempi a sbarrare la strada agli avanti di casa. Ci provano ancora Marotta e Colarusso senza esito. Nel finale Spinola prima divora un’occasionissima alzando un lob a tu per tu con Salsano, poi si fa perdonare, insaccando su assist basso di Meloni e chiudendo i conti del match.

SAN MARZANO (4-3-3): D’Agostino; Franza, Caso, Chiariello, Dentice; Colarusso (45’ st Esposito), Lettieri, La Montagna (38’ st Falanga); Marotta (42’ st Maiorano), Infimo (28’ st Meloni), Spinola (45’ st Tranchino). A disposizione: Grimaldi, De Bellis, Fernando, Napolitano. Allenatore: Pirozzi.

CASTEL SAN GIORGIO (4-3-3): Salsano; Scala, Raimondi, Accarino, Maresca (13’ st Capuano); Vaccaro (1’ st Catalano), Ferraro (32’ st Martinello), Siano (23’ st Moschella); Polichetti, Polizzi, D’Attilio (9’ st Liguori). A disposizione: Andretta, Corrado, Capuozzo, Massaro. Allenatore: Prisco.

ARBITRO: Riglia (Ercolano). Assistenti: Arcella (Frattamaggiore) e Pipola (Ercolano).

RETI: 22’ st Colarusso, 43’ st Spinola.

NOTE. Spettatori: 300 circa. Ammoniti: D’Attilio, Capuano, Salsano (C). Calci d’angolo: 4-4. Recupero: 1’ pt; 5’ st.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi