You are here
Il 21 giugno 1963 la fumata bianca dal comignolo: Montini diventa Paolo VI Attualità 

Il 21 giugno 1963 la fumata bianca dal comignolo: Montini diventa Paolo VI

Accadde oggi: è la mattina del 21 giugno 1963,  59 anni fa, quando dal Vaticano di Roma arriva la tanto attesa fumata bianca: il cardinale Giovanni Battista Montini è il nuovo Papa e ha assunto il nome di Paolo VI. La sua nomina è stata alquanto travagliata ed è giunta con una maggioranza risicata di 57 voti, appena tre in più rispetto al minimo necessario. Il conclave del 1963 si è aperto dopo la morte di Papa Giovanni XXIII, e fin da subito è chiaro che sarebbe stato difficile scegliere il successore di uno dei pontefici più amati dai fedeli. I cardinali si sono riuniti dal 19 al 21 giugno nella Cappella Sistina, e dopo ben sei scrutini la decisione è ricaduta sull’arcivescovo di Milano, Giovanni Battista Montini. L’elezione viene annunciata da Alfredo Ottaviani, cardinale protodiacono. Il 19 giugno sono 80 i porporati che si ritrovano in conclave: il quorum per la nomina del nuovo pontefice è di 54 voti, ovvero i due terzi dei membri della sacra assemblea. Fin da subito emerge una fazione di cardinali conservatori che, rappresentati da Ottaviani e Siri, si oppongono alla candidatura di Montini. E così soprattutto nei primi momenti della riunione sembra davvero difficile trovare un punto d’incontro

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.