You are here
Iervolino si presenta: “Sabatini sarà il direttore sportivo, il futuro sarà a tinte granata” Calcio Primo piano Salernitana Sport 

Iervolino si presenta: “Sabatini sarà il direttore sportivo, il futuro sarà a tinte granata”

“Proveremo a rimanere in A. La squadra è fatta da giocatori che hanno bisogno di fiducia, l’essere vincente è uno stato d’animo, a Verona è successa una cosa incredibile. I bookmakers davano a 10 la vittoria, hanno fatto male i conti perché questa è una squadra orgogliosa, proveremo a salvarci”.

Danilo Iervolino, neo presidente della Salernitana, nella sua prima conferenza stampa di presentazione, ha poi confermato l’ingaggio di Walter Sabatini come nuovo direttore sportivo dei granata: “Confermo. Parliamo di un dirigente che ha sempre lavorato per grandi squadre, ero quasi imbarazzato ad avvicinarmi ad un personaggio di questo calibro. Ebbene, durante il nostro colloquio mi ha fatto impazzire la sua professionalità, la sua voglia di vincere di lavorare. Sono per una gestione duale della società di calcio, ci siamo subito piaciuti e sono convinto che ci siano tutti i presupposti per regalare grandissime soddisfazioni alla tifoseria”.

“Sono un neofita, d’ora in poi la società dovrà essere gestita in modo duale, una gestione che riguarda aspetti commerciali, marketing e innovazione. Ci sarà un presidio attento anche da parte mia, ma l’aspetto calcistico sarà tutto affidato al direttore. Poi andremo a giudicare i risultati. Punteremo sugli uomini a cui daremo delega per fare e dopo un periodo di tempo andremo a valutare l’operato con monitoraggio attento. Chiedo un po’ di pazienza e comprensione perché sono nuovo e preso dalle migliori iniziative e con i migliori auspici per iniziare questo percorso che sono convinto sarà entusiasmante: mi auguro che non ci siano incidenti di percorso, ma se ci saranno chiederò pazienza. Il progetto sta prendendo forma, ci stiamo mettendo testa e braccia io e tutto il mio team, sono fiducioso e ottimista. Il pessimismo non ha mai vinto una guerra, diceva Eisenhower”.

Sulla posizione di Colantuono, aggiunge: “Non sono una persona che glissa sulle domande, le mie dichiarazioni saranno sempre improntate alla realtà e alla trasparenza. Ad oggi non abbiamo avuto la possibilità di parlare con l’allenatore, gli ultimi due giorni sono stati ricchi di impegni per completare l’atto di cessione”.

“Il dottor Sabatini vuole interloquire di persona con me, spero tra domani e dopodomani. Il nuovo dirigente è carico, farà una conferenza stampa e sarà l’occasione per soffermarci sul mercato. Nessuno vuole retrocedere, tra qualche giorno vi daremo maggiori informazioni”.

Che promessa si sente di fare alla tifoseria?
“Quando parlo di discontinuità mi riferisco al nuovo modo di vivere la passione per la Salernitana. Sono neofita di questo mondo, non sarò mai assertivo e non ho nessuna ricetta magica. Qualora dovessi commettere qualche errore sono sempre pronto a migliorare, a mettermi in discussione e a chiedere scusa. Il calcio è uno spettacolo, ma è un qualcosa che entra nelle famiglie. Si crea la discussione serale davanti al camino, dà calore umano e non è certo una industria asettica. Un presidente non può mai dire “la squadra è mia”, è un danno enorme nei confronti del club che crea disaffezione e svuota gli stadi. E non è nemmeno una mossa intelligente sotto il profilo economico. Io cercherò di non commettere questi errori, voglio che i tifosi si avvicinino alla Salernitana portando avanti un progetto di cui andare fieri. Vi chiedo soltanto di avere un po’ di pazienza, faremo tutto il possibile per mantenere la categoria ma soprattutto per garantire un futuro straordinario ad una piazza di livello assoluto”.

Nelle foto di Massimo Arminante alcuni momenti della conferenza stampa

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.