You are here
Filma la ex con l’amico poliziotto, a processo 37enne cavese Provincia Provincia e Regione 

Filma la ex con l’amico poliziotto, a processo 37enne cavese

Non contento arrivò a presentarsi a casa della donna, direttamente, dopo aver bussato al citofono, per controllare chi fosse presente in casa, pretendendo di entrare.

Il 15 febbraio, quando l’imputato si presentò a casa della donna, dopo aver suonato il citofono con insistenza pretese di controllare chi fosse presente all’interno dell’abitazione: In quell’occasione, con la donna c’era il poliziotto: per l’imputato la sua presenza era prova di una relazione. In quella circostanza l’agente uscì dall’abitazione dalla finestra, restando ferito dopo una caduta.. Alle denunce, la donna allegò le foto di segni sul corpo provocati nel corso di altri litigi, con delle aggressioni consumate contro la ex, oltre a dei messaggi dal contenuto minatorio.

La persecuzione vera e propria ha toccato l’apice nei primi mesi del 2021, con i video al centro del contendere, diffusi tra centinaia di utenti a corredo della vicenda, evidentemente di natura personale, fuori da ogni carattere di pubblicità. Proprio questo sviluppo “pubblico” ha ulteriormente aggravato il peso specifico della vicenda, che da un contesto di relazione ha prodotto strascichi difficili da controllare, diffusi sull’onda dei circuiti di messaggistica e rimbalzati così con effetto moltiplicatore: il filone giudiziario, allo stato, conferma la sostanza probatoria, tale da superare l’udienza preliminare col decreto di giudizio immediato accordato dal gip previa richiesta dell’accusa.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.