You are here
Figli bocciati a Salerno, i genitori presentano richiesta di accesso agli atti Attualità 

Figli bocciati a Salerno, i genitori presentano richiesta di accesso agli atti

I loro figli non avrebbero meritato la bocciatura e per questo motivo una decina di genitori hanno chiesto l’accesso agli atti in diverse scuole superiori di Salerno come scrive Il Mattino. Solo nel capoluogo, sono 120 gli alunni bocciati alle superiori. Nella maggior parte dei casi, la causa principale è rappresentata dalla mancata frequenza alle lezioni. Le richieste di accesso agli atti da parte dei genitori sono partite in seguito alle pubblicazioni degli esiti degli scrutini. La vicenda riapre il dibattito sul rapporto tra scuola e famiglie. In merito scrive ancora Il Mattino  sono intervenuti diversi dirigenti scolastici salernitani. Tra questi, Ornella Pellegrino, preside dell’alberghiero Virtuoso che al Mattino ha ribadito: “Purtroppo il rapporto con le famiglie non sempre è semplice perché molti genitori partono dal presupposto che la scuola sia in antitesi alla scuola. Molti altri sono invece meravigliosi ed è possibile costruire un percorso comune che è a vantaggio esclusivo dei propri figli. Le famiglie dei ragazzi sospesi, con debito e non ammessi, sono state avvisate secondo la normativa e la maggior parte anche convocate a scuola per un colloquio con me e con la vicepreside per spiegare le ragioni degli esiti finali”.

 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.