You are here
Estorsione agli ortofrutticoli: condannati gli scafatesi Fusco Cronaca Provincia e Regione 

Estorsione agli ortofrutticoli: condannati gli scafatesi Fusco

Tre condanne e un’assoluzione per l’estorsione ai commercianti ortofrutticoli a causa di un terreno: 2 anni e sei mesi per Giovanni e Giuseppe Fusco di Scafati, 1 anno e 8 mesi per Alessandro Maddaloni (il pm per lui aveva chiesto l’assoluzione) mentre Raffaele Esposito è stato assolto dai giudici del Tribunale nocerino, presidente Raffaele Donnarumma. Nessuna aggravante mafiosa. La Procura aveva chiesto 6 anni e mezzo a testa per i due Fusco ma il Tribunale ha accolto la tesi dell’avvocato difensore Massimo Autieri comminando sanzioni molto più leggere. Secondo l’accusa, Raffaele Esposito e Alessandro Maddaloni (difeso da Anna Merola) avrebbero partecipato alle intimidazioni dei Fusco nei confronti di due fratelli andando più volte nel piazzale dell’ azienda. Esposito sarebbe stato tra quelli che spalleggiava i Fusco negli incontri con i fratelli. In un’occasione avrebbe fatto anche un tentativo di mediazione tra le due famiglia, visto che il padre in passato aveva lavorato per l’azienda di ortofrutta del Rione Ferrovia. Maddaloni fu individuato come il giovane abbronzato e col pizzetto, che era andato dalle vittime per portare un’imbasciata: “Mi manda Peppe Fusco. Ancora non avete capito quello che è successo finora? Il terreno ce lo dovete dare perché Peppe Fusco lo vuole per forza”. Molte di quelle accuse sono cadute con la sentenza emessa ieri dai giudici nocerini.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.