You are here
Decreto Ristori, 1000 euro di bonus anche a chi non ha partita Iva Attualità Economia Primo piano 

Decreto Ristori, 1000 euro di bonus anche a chi non ha partita Iva

Sarà il Decreto Ristori 5 una delle prime mosse dell’appena nato Governo Draghi al fine di fornire un sostegno economico per quelle attività pesantemente gravate dalle chiusure a causa dell’emergenza Coronavirus in Italia.
In particolare, il Bonus 1.000 euro potrebbe essere esteso anche ad altre categorie come i non possessori di partita Iva. In questo modo, il contributo economico abbraccerebbe una fetta di percettori più ampia rispetto a quella attuale.

Sarebbero al vaglio, infatti, dei criteri meno stringenti. Ai lavoratori precari, stagioni, professionisti e autonomi in assenza di partita Iva potrebbe essere chiesta l’esibizione di un contratto di lavoro attivato tra il 1° gennaio 2020 e il 29 ottobre 2020. Al vaglio anche la proroga di misure già in atto come il blocco dei licenziamenti e la cassa integrazione.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi