You are here
“De.C.o. – Denominazione comunale – Normativa, sviluppo e prospettive”: domani il convegno della Claai alla Camera di Commercio di Salerno Attualità Economia 

“De.C.o. – Denominazione comunale – Normativa, sviluppo e prospettive”: domani il convegno della Claai alla Camera di Commercio di Salerno

La Denominazione comunale d’origine: una vera e propria carta d’identità, rilasciata dai Comuni, ai prodotti del territorio, al fine di implementare un percorso di sviluppo e di marketing che dia lustro alle eccellenze nostrane e alle aziende.

Sarà questo il tema affrontato nel corso del convegno che si terrà domani – 10 ottobre, alle ore 16.30 – nel Salone Genovesi della sede di rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno, in via Roma. Un convegno, intitolato “De.C.o. – Denominazione comunale – Normativa, sviluppo e prospettive”, organizzato dalla Claai imprese Salerno e al quale prenderanno parte il presidente della Commissione bilancio della Regione Campania, Franco Picarone; l’assessore al commercio del Comune di Salerno, Dario Loffredo; il presidente della Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete; il presidente della Claai imprese, Gianfranco Ferrigno e Roberto De Donno, esperto di Denominazioni comunali.

«Il percorso che intendiamo intraprendere, a supporto di aziende e Comuni, per quanto riguarda le De.c.o. – spiega il presidente Claai, Gianfranco Ferrigno – mira a creare un modello di sviluppo che superi la frammentazione strutturale e relazionale. Le Denominazioni comunali, come dimostrato da altre esperienze sul territorio nazionale, rappresentano un acceleratore reale dell’economia turistica, con logiche moderne e attuali».

Le De.c.o., però, non sono certo una novità nel panorama italiano: pensate anni fa, solo pochissime amministrazioni, in provincia di Salerno, hanno provveduto a redigere il regolamento e a informare le aziende dei rispettivi territori. Per Ferrigno, «è mancata una reale capacità di comunicazione, con un discorso che è rimasto troppo interno e non ha avuto una grande risonanza, probabilmente anche perché non ne sono state comprese pienamente le potenzialità».

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi