You are here
Covid, Campania ancora in zona gialla. Cosa cambia da oggi Attualità Italia e Mondo Provincia e Regione 

Covid, Campania ancora in zona gialla. Cosa cambia da oggi

In vigore da oggi, lunedì 7 giugno 2021, il nuovo coprifuoco in Italia. Per tutte le Regioni – ad eccezione della Sardegna, Molise, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria che sono classificate in Zona bianca, e quindi è abolito – il coprifuoco è spostato a mezzanotte.

La Campania è ancora in zona gialla, ma, secondo quanto stabilito dal Governo Draghi, tra due settimane, e quindi dal 21 giugno, tutta Italia si colorerà di bianco, dove il coprifuoco verrà abolito e cambieranno anche altre regole.

Con il passaggio in Zona bianca i cambiamenti riguarderanno, non solo l’abolizione del coprifuoco, ma anche le regole per la ristorazione. In zona bianca, infatti, c’è la possibilità di cenare o ritrovarsi al bar senza limiti di orario. All’aperto resta l’obbligo di distanziamento dei tavoli di almeno un metro, tuttavia, non ci sarà un numero massimo di persone al tavolo, diversamente se si mangia al chiuso dove il limite di commensali è di sei. In zona gialla (e dunque in Campania) rimane, invece, il limite di 4 persone a ogni tavolo, sia al chiuso che all’aperto, come chiarito dal Ministero della Salute.

“Luglio sarà la svolta completa e assoluta, ricominciamo a vivere”, ha detto Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, a Domenica In. Il numero dei decessi quotidiani, sebbene in calo, continua a impressionare. “Un mese e mezzo fa i morti erano 400. I numeri stanno calando in maniera drastica. Tre regioni -Valle d’Aosta, Molise e Basilicata- non hanno pazienti covid in terapia intensiva. La media nazionale di occupazione delle terapie intensive e dei reparti è del 9%“, ha proseguito Sileri. “Per le varianti si preoccupa lo stato, stiamo monitorando. La popolazione deve sentirsi protetta grazie alla vaccinazione, lasciamoci il terrore alle spalle e ricominciamo a vivere. Luglio sarà la svolta completa e assoluta, avremo oltre metà della popolazione con una dose di vaccino. Completeremo per settembre-ottobre raggiungendo l’immunità di comunità” ha concluso.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi