You are here
Battipaglia, nessun compostaggio allo Stir. Cecilia Francese: ecco la verità Provincia Provincia e Regione 

Battipaglia, nessun compostaggio allo Stir. Cecilia Francese: ecco la verità

Lo STIR di Battipaglia non ospiterà alcun nuovo impianto di compostaggio dei rifiuti organici: lo ha sancito ieri la Giunta Regionale approvando la delibera sulla riprogrammazione delle risorse finanziarie FSC 2014/2020. “Pure a fronte del ritardo scontato dal provvedimento, ci dichiariamo soddisfatti per questo ulteriore passo, frutto del lavoro di questa amministrazione e- dice Cecilia Francese sindaco uscente di Battipaglia e candidata per la riconferma-, soprattutto, della determinazione del popolo battipagliese. Un lavoro che è iniziato nel 2019 con la protesta davanti allo STIR e, dopo un dialogo incessante e numerose sollecitazioni agli Enti competenti, si incammina verso una soluzione definitiva nella direzione auspicata da tutti i cittadini.
Già nel 2020 l’Ente d’Ambito di Salerno aveva dichiarato il territorio di Battipaglia come AREA SATURA difatti escludendo ogni possibilità che lo stesso avesse potuto ospitare un nuovo impianto di compostaggio.
Nella giornata del 28 settembre, la giunta regionale, seppure in ritardo, ha fatto un ulteriore passo verso la definitiva modifica del Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani nella direzione voluta da una intera Città che pretende di non essere più la discarica della Provincia di Salerno.
Tutto questo, ribadiamo, grazie ad un governo cittadino che si è assunto le proprie responsabilità ed ha lavorato sodo, forte della presenza e dell’attenzione costante di una intera comunità pronta ad ogni azione pur di difendere la Città da ulteriori offese.
Qualcuno, tra l’altro un perfetto ultimo arrivato, ha cercato di intestarsi questo risultato, di rivendicarlo addirittura come una propria vittoria personale.
Questo risultato è nostro: della Città di Battipaglia e dei suoi cittadini che hanno lottato, lottano e lotteranno anche in futuro per i propri diritti.
Tutto il resto è vuota propaganda”.
Poi Francese fa chiarezza.
Il 20.3.2019 la Giunta Comunale di Battipaglia, con deliberazione n.24, mette a punto una proposta per bloccare gli insediamenti di nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti sul proprio territorio individuando il “fattore di pressione ambientale”.
Il 24.4.2019 la proposta della giunta viene discussa ed approvata in Consiglio Comunale, con deliberazione di consiglio n.33.
Il 3 agosto 2019 il sito di stoccaggio di rifiuti Sele Ambiente sito nella zona industriale si incendia e, il 12 settembre 2019, subisce la stessa sorte anche la MGM.
Il 12 e 13 settembre 2019 la Sindaca Cecilia Francese e la popolazione di Battipaglia protestano nell’area antistante lo STIR, bloccando l’ingresso dei camion per il conferimento dei rifiuti.
Il 30.09.2019, in seguito alle proteste dei cittadini e agli atti prodotti dal Comune di Battipaglia, con la delibera n.67, il Consiglio Provinciale fornisce indirizzi ai propri uffici per individuare sul territorio della provincia le aree sature.
Il 25.5.2020, con deliberazione n.20, il Consiglio Provinciale individua Battipaglia e Sarno come territori saturi. Questo vuol dire che in questi territori non è possibile insediare ulteriori impianti di trattamento di rifiuti odorigeni.
Il 6.8.2020, sotto sollecitazioni dell’amministrazione di Battipaglia, l’Ente d’Ambito di Salerno, con la deliberazione del consiglio n.13, chiede al Direttore Generale e alla Regione Campania che nel Piano d’Ambito non sia prevista la realizzazione di un impianto di compostaggio presso lo STIR di Battipaglia.
Il 1.9.2020, in un incontro presso l’ex Treofan con la Sindaca Cecilia Francese, il Governatore De Luca dichiara che, nella zona tra Eboli e Battipaglia, non verrà insediato nessun nuovo impianto per il trattamento di rifiuti.
Infine, il 28.9.2021, la Giunta Regionale, con la delibera n.6 avente ad oggetto la riprogrammazione delle risorse finanziarie FSC 2014/2020, sancisce che lo STIR di non ospiterà alcun nuovo impianto di compostaggio dei rifiuti organici.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.