You are here
Agguato all’alba a Napoli, 66enne ucciso da dieci colpi di pistola nel quartiere Soccavo Cronaca Provincia Provincia e Regione 

Agguato all’alba a Napoli, 66enne ucciso da dieci colpi di pistola nel quartiere Soccavo

Michele Della Corte, i 66enne ucciso alle prime ore della giornata di oggi nel quartiere Soccavo a Napoli è stato raggiunto da almeno dieci colpi di arma da fuoco. Nove (e non dieci) i bossoli e tre le ogive di vario calibro rinvenuti dai carabinieri sul luogo del delitto. L’ipotesi è che a sparare siano state almeno due persone.

Della Corte è uno storico del clan che fu fondato dal boss Ciro Grimaldi, noto come Settirò- scrive il Corriere del Mezzogiorno edizione napoletana-. Nel 2012 finì in manette per aver chiesto 10mila euro per la protezione al titolare di un supermercato. La vittima lo riconobbe in foto e l’uomo finì in manette. Prima ancora fu coinvolto nella maxi inchiesta sui videopoker della camorra installati in tutta la Campania. Insieme a lui, in quella circostanza, finì nei guai anche Renato Grasso. Era il 1990 e a Soccavo c’era la guerra. Sono passati 32 anni e non è cambiato nulla. E’ stato ucciso nei pressi della sua abitazione. I killer hanno esploso numerosi colpi di pistola: almeno dieci quelli che hanno raggiunto la vittima. Sul posto si sono recati diversi parenti. Il corpo si trovava su un marciapiedi sotto un palazzo in una zona del quartiere occidentale di Soccavo conosciuta anche come “Croce Piperno”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.