You are here
XIV edizione Premio Best Practices per l’Innovazione: primo premio alla start-up PatchAi di Padova Attualità Turismo ed Eventi 

XIV edizione Premio Best Practices per l’Innovazione: primo premio alla start-up PatchAi di Padova

Si è appena conclusa la XIV edizione – tutta digitale – del Premio Best Practices per l’Innovazione, premiate tre start-up innovative. Moderato dalla giornalista Raffaella Venerando, l’evento si è concluso con una premiazione, sobria ma non meno emozionante delle altre edizioni, alla presenza di Andrea Prete, presidente Confindustria Salerno e Francesco Serravalle, Presidente Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno. Il primo premio assoluto – per un valore di 10 mila euro – è andato alla start-up innovativa PatchAi di Padova per aver realizzato la prima piattaforma cognitiva per la raccolta e l’analisi dei dati riportati dai pazienti coinvolti in studi di ricerca clinica. PatchAi® promuove la partecipazione attiva e la ritenzione dei pazienti durante gli studi (95,4%, Q1 2020), migliorando l’esperienza dei pazienti e riducendo i costi e le tempistiche degli studi clinici.

Primo posto per i cluster “Design” e “Industria 4.0” rispettivamente alla torinese To.Tem e a Latitudo 40 di Napoli, entrambe le start-up si sono aggiudicate un premio di 2.500 euro. To.Tem ha realizzato Lynx, un sistema di collision-alert che, attraverso una telecamera posteriore e l’intelligenza artificiale, avvisa in caso di pericolo proveniente alle nostre spalle e funge da specchietto elettronico, ed al design a 3 ruote. Lynx può anche essere trasportato come trolley o sollevato come una valigia. Latitudo 40 ha sviluppato una piattaforma che rende l’osservazione della terra una attività alla portata di tutti, eliminando ogni barriera tecnologica con un approccio totalmente zero code. L’utente può selezionare un’area di interesse sulla mappa e ricevere su una dashboard di facile comprensione le informazioni utili per analizzare fenomeni sulla terra (rapporto tra edifici e verde urbano, indici di vegetazione, temperature e inquinamento), con la possibilità di analizzare dati storici fino a 10 anni nel passato.

L’iniziativa, organizzata da Confindustria Salerno – in collaborazione con Sviluppo Campania Spa e Camera di Commercio di Salerno e con il sostegno di UniCredit – diffonde da 14 anni la cultura dell’innovazione attraverso la presentazione e promozione di progetti concreti di imprese e start up.

Quest’anno sono stati 106 i progetti in gara, 26 aziende e 80 startup, suddivisi in 3 categorie corrispondenti a cluster di innovazione – Industria 4.0 (innovazione tecnologica), Digitalizzazione (di processo), Design (di settore). Il Premio è stato reso possibile grazie al contributo di TIM, Banca Sella, ENEA EEN, Banca Campania Centro, Sider Pagani, Riba Sud, Credimi, LG & Partners, Skills Consulting, MATE, Hard & Soft. Circa 40 i partner di questa edizione tra centri di ricerca, incubatori e vari altri attori dell’ecosistema dell’innovazione.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi