You are here
Worldstar_verona: la pagina Instagram che “sponsorizza” il bullismo Italia e Mondo 

Worldstar_verona: la pagina Instagram che “sponsorizza” il bullismo

Risse, calci e pugni a ritmo di hip hop. Ragazze che si tirano i capelli. Violenza. Offese. Il tutto sotto gli occhi di adolescenti immobili che non intervengono per mitigare le liti ma che, al contrario, ridono, si divertono e riprendono con il telefonino. Per poi, ovviamente, postare i video. Il bullismo si fa ancora una volta social, insomma. Sono questi i contenuti dei canali Instagram worldstar_verona e worldstar_verona2.0. Verona perché, appunto, la location dei filmati è quasi sempre la città veneta. Ma si tratta di una pagina diffusa in tutto il mondo (worldstar_Germany, worldstar_fights_usa ecc). In Italia, questi account sono stati segnalati alla polizia postale, chiusi varie volte, per poi essere riaperti con altri nomi. I contenuti, però, non cambiano. La maggior parte dei video sono reperibili online, ma Tgcom24 ha scelto di non pubblicarli perché i protagonisti sono pur sempre adolescenti.

I video shock/Verona – “Ti credi così tanto figo, vediamo come reagisci” e boom: pugni in serie. “Vuoi fare tanto il figo su Facebook?”, ripete il ragazzo protagonista del video. Di nuovo pugni. “Piangi? Guardalo, ha gli occhi lucidi” commenta, invece, divertito il giovane che filma la scena. E ancora: nel cortile di una scuola (presumibilmente), due ragazze si tirano i capelli e si pestano con veemenza. La situazione peggiora: una terza minorenne interviene e inizia a dare pugni in testa a una delle due. Intorno, come se in campo fossero scesi un toro e il suo torero, un tifo da corrida. Urla, risate, rumorosi brusii e, soprattutto, telefoni. Tanti telefoni. Finché un ragazzo urla: “C’è la polizia, c’è la pula” e le giovani si dividono e si ricompongono. Il video si interrompe.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.