You are here
Settimana europea della mobilità sostenibile – incentivi al biketowork a Salerno Attualità Politica 

Settimana europea della mobilità sostenibile – incentivi al biketowork a Salerno

Il consigliere comunale uscente e candidato Sindaco per la lista Salerno di Tutti, Gianpaolo Lambiase sollecita il Comune di Salerno – per il tramite dei competenti Assessorati per l’Ambiente e Urbanistica e Trasporti – ad attivarsi per l’adozione di misure a sostegno della mobilità sostenibile in città. In occasione della Settimana Europea della Mobilità sostenibile (20ma edizione) prevista dal 16 al 22 Settembre 2021, infatti, il Consigliere Lambiase chiede al Comune di Salerno di attivarsi e non perdere l’occasione di aderire al Bando della Regione Campania per l’accesso agli incentivi per il bike to work, la cui scadenza è prevista per il 30.09.2021.

 

La Regione Campania, infatti, ha attivato un programma sperimentale per i lavoratori che, con l’ausilio di app e altri strumenti di geolocalizzazione, dimostrino l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro. In tal modo, si intende incentivare le modalità di trasporto sostenibile alternative all’utilizzo dell’automobile privata e, quindi, scelte che favoriscano il miglioramento della qualità ambientale e della salute collettiva. I comuni campani in possesso dei requisiti richiesti che intendano partecipare alla procedura per l’assegnazione dei contributi devono semplicemente presentare istanza via pec entro il 30.09 p.v.

 

«E’ una buona notizia che la Regione cominci a mostrare sensibilità per queste tematiche per lungo tempo neglette» – afferma il Consigliere. «Sono stati stanziati appena 150.000 Euro ed è solo un piccolo passo nella giusta direzione, nulla in confronto ai milioni di euro stanziati dalle altre Regioni in cui il servizio è già attivo da tempo».

Il sistema già collaudato in molti Comuni, infatti, permette a una Pubblica Amministrazione, ad un Istituto scolastico o a un’Impresa di concedere incentivi economici agli utenti che utilizzano la propria bicicletta nelle tratte generiche, nel bike to work o nel bike to school. Tale sistema, che utilizza solitamente tecnologie antifrode e certificate, è da tempo attivo in diverse città di medie e grandi dimensioni, come Bari, Foggia, Pescara, Bergamo e consente ai cittadini di ricevere dai 20 ai 25 centesimi per km nelle tratte casa/scuola o casa/lavoro.

 

«Negli anni scorsi abbiamo espresso in molte occasioni seria preoccupazione per il continuo sforamento dei limiti di legge risultanti dalle analisi Arpac delle due centraline di via Vernieri e Parco del Mercatello, ma abbiamo continuato a registrare scarsa attenzione da parte dell’Amministrazione in carica per le tematiche ambientali e in ordine alla necessità di avviare azioni urgenti per ridurre le immissioni di Co2 e di polveri sottili in città. Auspichiamo che questo sia solo l’inizio per la creazione di incentivi di tipo strutturale quali corsie ciclabili in sede stradale, piste in sede separata ed installazione di rastrelliere e velostazioni di scambio» afferma il Consigliere Lambiase.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi