You are here
Scafati, dissesto Comune:  Carotenuto di Scafati Arancione alza la voce Provincia e Regione 

Scafati, dissesto Comune: Carotenuto di Scafati Arancione alza la voce

“Un ex amministratore sciolto per infiltrazioni ha ancora il barbaro coraggio di tirare in ballo Scafati Arancione provando ad instillare dubbi e zone d’ombra”. Così Francesco Carotenuto, segretario di Scafati Arancione, risponde alle critiche ricevute, via Facebook, da un politico scafatese coinvolto nell’inchiesta che ha portato allo scioglimento del consiglio comunale di Scafati.

“Questa persona dovrebbe sciacquarsi la bocca quando parla di noi e delle centinaia di persone che seguono questa realtà politica. Deve farlo non solo perché patenti di moralità non ne accettiamo da chi ha fatto sprofondare questa città nel baratro della vergogna, ma perché la nostra storia parla da sola. Non ci siamo venduti né abbiamo barattato la nostra dignità e di questo ne siamo fieri ed orgogliosi perché per strada abbiamo la possibilità di guardare negli occhi la nostra gente perché persone libere e oneste.
Oggi siamo fuori dalle istituzioni ma è un sacrificio che abbiamo fatto ben volentieri perché noi abbiamo pazienza. Quella pazienza che ci consentirà un giorno di ripresentarci alla guida di questo paese e di farlo da persone libere e integre nella moralità e nell’etica.
Tacete. Questo é un consiglio. E se proprio volete parlare di noi fatelo con rispetto”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi