You are here
Rivoluzione bancomat, meno prelievi e più commissioni Attualità Economia Italia e Mondo 

Rivoluzione bancomat, meno prelievi e più commissioni

I prelievi di contanti al bancomat potrebbero cambiare. In Italia il numero di sportelli automatici è in costante calo dal 2010.  Alla riduzione dei bancomat – come riporta il sito web tg24.sky.it – potrebbe affiancarsi un aumento dei costi. La Bce, la banca centrale europea, impone agli istituti di credito dei tassi negativi che non rendono più conveniente avere clienti con molta liquidità sul conto corrente. Interventi in questa direzione sono già stati presi da Fineco, Unicredit e Bper ai quali si aggiunge il gruppo Ing che da luglio ha deciso di chiudere tutti i suoi Atm e le casse automatiche, divenendo completamente cashless. Intanto Bancomat spa, società che gestisce i circuiti di pagamento e prelievo più diffusi in Italia, ha studiato un progetto di revisione dei costi che è al vaglio dell’Antitrust. Le novità, da quanto si leggerebbe nella nota, sarebbero l’abolizione della commissione interbancaria e il pagamento della commissione applicata al prelievo, da parte del consumatore, direttamente all’istituto di credito.

Se questo modello dovesse essere approvato, significherebbe che la persona che ritira denaro allo sportello automatico di una banca di cui non è cliente dovrà pagare una commissione di importo diverso a seconda dell’istituto di credito del ritiro

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi