You are here
Prima sconfitta esterna, rimbocchiamoci le maniche… Calcio Salernitana Sport 

Prima sconfitta esterna, rimbocchiamoci le maniche…

Una sconfitta quasi indolore che è figlia di un approccio morbido alla gara di Venezia. <Morbido> come è stato finora l’impatto con molte gare in una altalena, magari, di un buon primo tempo al quale è seguita, poi, una ripresa non all’altezza della situazione. Dunque qualcosa che ha scombussolato anche i piani di Ventura che, non va dimenticato è alle prese sempre con una infermeria affollata con calciatori che cercano in tutti i modi di recuperare. Anche in Laguna il discorso non è stato molto diverso da quello visto in casa contro il Frosinone. Dire che la Salernitana, alla prima sconfitta esterna stagionale, ci abbia deluso è un paradosso. Perchè la squadra ha giocato bene nella prima parte della gara ed è stato annullato anche un gol regolarissimo di Giannetti, ha colpito una traversa ed un palo.

Insomma si è data da fare per centrare un piccolo record (le quattro vittorie esterne di fila) che il gol del <doge> Riccardo Bocalon ha vanificato proprio mentre stavano scorrendo i titoli di coda della prima frazione di gioco. E’ chiaro che poi tutto si è fatto più difficile perchè il Venezia si è chiuso in difesa, ha adottato un modulo con una difesa robusta cercando sul nascere di bloccare le poche e sterili iniziative dei granata. La spinta sulle fasce è mancata, l’assenza di Cicerelli si è avvertita e i due attaccanti, Giannetti e Djuric che nel finale sono stati affiancati da Jallow e Lombardi che ha spinto di più rispetto a Lopez e Kiyine non hanno potuto fare miracoli. Certo c’era un rigore nel finale proprio sul gambiano ma il direttore di gara non l’ha concesso.

Insomma non si conquistano punti in Laguna ma si torna a casa con la consapevolezza che questa squadra possa davvero rimettersi in carreggiata.  Ventura lo ha detto chiaramente a fine gara. Bisogna solo avere più tempo per far si che questi ragazzi possano calarsi nella realtà di un campionato di serie B difficile ma soprattutto incerto. E la Salernitana, non va dimenticato, è una delle formazioni più giovani della categoria. Dunque i margini per migliorare sono davvero tantissimi… (fonte GranataCento.com)

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi