You are here
Polizia Locale, la Cgil: “Ad oggi non c’è stato nessun riconoscimento per chi è stato impegnato con il covid” Attualità 

Polizia Locale, la Cgil: “Ad oggi non c’è stato nessun riconoscimento per chi è stato impegnato con il covid”

Il pericolo di contagio da Covid-19 è ancora attuale e nella gestione del territorio risulta fondamentale l’apporto strategico della Polizia Locale. La segreteria della Cgil Fp, all’indomani dell’adozione del provvedimento del Questore di Salerno sulla necessità di rimodulazione dei servizi del 22 maggio u.s., ebbe subito a manifestare un fermo dissenso, stigmatizzando il fatto che gli uomini e le donne della Polizia Locale erano stati rapidamente ringraziati e poi “congedati” dal ruolo assunto in quelle settimane. Tuttavia, nel corso di questi mesi, i Sindaci dei Comuni della Provincia di Salerno, hanno continuato ad utilizzare le Polizie Locali in azioni di ordine pubblico segnatamente finalizzate al controllo del territorio e per verificare il rispetto delle misure di contenimento tra l’obbligo di indossare la mascherina e il divieto di assembramenti. Non erano sufficienti le sole forze di polizia dello Stato? Per capirci quelle elencate dalla legge 122/81. Ad oggi alcuno riconoscimento è stato concesso al personale della Polizia Locale, nemmeno il pagamento dell’indennità di ordine pubblico per l’attività prestata orgogliosamente e con ottimi risultati durante la fase 1 e 2 dell’emergenza.
La FP CGIL rivendica la centralità del ruolo della Polizia Locale e il giusto riconoscimento, non solo nell’utilizzo emergenziale in attività di prevenzione e ordine pubblico. Non si comprendono le ragioni della pervicacia con cui si insiste nel non considerare il ruolo della Polizia Locale ma nel contempo, e solo per fatti concludenti, se ne accetta tacitamente l’impiego praticamente a costo zero.

Lo specifico ruolo di prossimità della Polizia locale, ampiamente riconosciuto dai cittadini in questa fase richiede pertanto che il lavoro degli operatori sia sorretto da un impianto normativo al passo con i tempi, che ne chiarisca funzioni e compiti specifici, garantisca i diritti e le tutele ed assicuri dignità ed operatività, anche alla luce delle attività che negli anni sono ricadute su questo personale.

La CGIL FP vigilerà sulla situazione in provincia di Salerno e chiede al Prefetto di convocare un immediato tavolo di confronto con le OO.SS. di categoria.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi