You are here
Pagani, processo Criniera. La Procura: “Tra Gambino e i clan nessun accordo, va assolto”. Chiesti 150 anni per i Petrosino d’Auria e altri imputati Primo piano Provincia Provincia e Regione 

Pagani, processo Criniera. La Procura: “Tra Gambino e i clan nessun accordo, va assolto”. Chiesti 150 anni per i Petrosino d’Auria e altri imputati

Nessun accordo politico mafioso stipulato tra l’ex sindaco di Pagani Alberico Gambino e la cosca della Lamia dei D’Auria Petrosino. Lo ha detto ieri il pm della Da di Salerno Elena Guarino durante la sua requisitoria nell’aula bunker della Cittadella Giudiziaria. Per l’ex primo cittadino e consigliere regionale è stata chiesta l’assoluzione, non luogo a procedere per l’esponente di Fratelli d’Italia (prescrizione). Mano pesante invece sugli imputati ritenuti parte attiva della cosca paganese. L’udienza si è aperta con le dichiarazioni spontanee di Antonio Petrosino d’Auria, sempre assolto in altri processi. Per lui e il fratello Michele-scrive Cronache – l’accusa ha chiesto rispettivamente diciotto e ventuno anni, diciotto anni per i fratelli Daniele e Vincenzo Confessore, stessa pena per Francesco Fezza, 7 anni per Michele Faiella e cinque per Gerarda Giordano. Chiesti inoltre cinque anni per l’imputazione relativa all’estorsione legata al Caf a Pagani a carico di Renato e Gerardo Cascone detto Aldo, candidato a sindaco alle amministrative 2020 a Pagani, Francesco De Risi ed Aniello Esposito, mentre per Gennaro Napolano, c’è stata una richiesta di pena a 15 anni di reclusione per algtre accuse. Assoluzione a carico di Giuseppe De Vivo, Salvatore De Maio, Tommaso Fezza, Rita Fezza e Maurizio Annunziata. Per Gennaro Galdieri e Michele Califano chiesti 15 anni di reclusione. L’inchiesta denominata Criniera, poi sfociata in processo (Elettro Pandolfi in abbreviato fu assolto) fu all’origine di Vincenzo Montemurro (ora a Potenza) e ora ereditata da Elena Guarino che ha smontato la prima tesi accusatoria secondo cui esisteva un patto tra gli esponenti della cosca della Lamia e i politici di Palazzo San Carlo.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi