You are here
L’Inter è a un passo dall’aggiudicarsi Diego Godin, capitano e simbolo dell’Atletico Madrid Sport 

L’Inter è a un passo dall’aggiudicarsi Diego Godin, capitano e simbolo dell’Atletico Madrid

L’Inter è a un passo dall’aggiudicarsi Diego Godin, capitano e simbolo dell’Atletico Madrid.

Il roccioso difensore andrà in scadenza a giugno e da luglio vestirà molto probabilmente la maglia nerazzurra. La base del contratto sembra esser già definita: due anni di contratto più un’opzione per il terzo.

Nell’ambiente nerazzurro c’è grande ottimismo per la buona riuscita dell’affare ma in Spagna non ne sono così certi. “Non c’è nessuna firma e nessun pre-contratto – recita AS -. L’interesse dell’Inter c’è ed è importante ma al momento non c’è nulla di concreto“.

Riguardo il possibile trasferimento dell’uruguaiano è intervenuto anche Diego Simeone: “Sia il giocatore che l’Atletico cercano le soluzioni migliori per il bene di entrambe le parti” ha detto nella conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Siviglia. “Il club e Godin sanno cosa penso a riguardo. Se rimarrà con noi, sarà per il bene suo e del club” ha concluso.

Sul fronte delle uscite l’ingaggio di Godin chiuderebbe ulteriormente le porte a Miranda, che nel girone d’andata è sceso in campo sette volte da titolare.
Il brasiliano non ama la panchina, come dimostrano le dichiarazioni di novembre: “Gioco poco? Sono sincero, mi dà un po’ fastidio, ma rispetto i miei compagni. L’importante è sapere che sto bene; se gioco una partita o 5 minuti, faccio sempre del mio meglio. Devo approfittare delle opportunità, tutti sanno delle mie qualità, di quello che posso dare alla squadra”.

“E’ ovvio che un giocatore del mio livello deve giocare sempre – aveva attaccato il centrale brasiliano -, ma sono qui per aiutare e per fare il meglio e approfittare di tutte le volte che scendo in campo”.
Miranda ha un contratto che lo lega alla società nerazzurra in scadenza a giugno e l’Inter, che lo reputa una riserva affidabile considerando anche gli 0 minuti concessi a Ranocchia, dovrà ingaggiare un sostituto all’altezza.

Lo stesso Ranocchia è in scadenza a giugno ma i nerazzurri non hanno intenzione di prolungare il rapporto e lo lasceranno partire senza alcun vincolo.
L’ex centrale dell’Hull City sarà quindi libero di accasarsi liberamente a parametro zero, con Villarreal e Sassuolo che hanno già espresso il loro gradimento, senza però dimenticare un possibile ritorno in Premier League.

 

fonte Sportal

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.