You are here
INDUSTRIA 4.0: IL BENESSERE DEL LAVORATORE PRODUCE PROFITTI Economia Primo piano 

INDUSTRIA 4.0: IL BENESSERE DEL LAVORATORE PRODUCE PROFITTI

Secondo un sondaggio svolto dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 6 individui su 10 pensano che lo stress da lavoro sia causato da relazioni conflittuali in ufficio o in fabbrica; benessere organizzativo e produttività sono due elementi che dipendono l’uno dall’altro. Ma cosa significa benessere organizzativo? E’ l’abilità dell’azienda di mantenere ai massimi livelli la salute fisica, psicologica e sociale dei lavoratori. L’obiettivo è quello di creare un buon clima nei diversi reparti in quanto la percezione che gli individui hanno della propria vita aziendale determina anche la qualità delle performance e contribuisce ad aumentare la produttività. Se queste condizioni mancano succede, allora, che la produzione si abbassa, aumentano i conflitti interni, si impenna la tensione con i vertici dell’azienda. E di clima aziendale oltre che di formazione e innovazione si è parlato in un seminario organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Salerno. In un contesto sempre più competitivo, dove ci si trova ad affrontare le sfide dell’industria 4.0, il seminario si è proposto l’obiettivo di far conoscere tutti gli strumenti a disposizione delle imprese da utilizzare nell’attuale contesto normativo. Un nuovo modo di fare impresa, in cui l’innovazione risulta essere una vera e propria leva strategica aziendale capace di mettere al centro la formazione e il benessere dei propri collaboratori producendo molteplici benefici che hanno determinato una selezione e maggiore fidelizzazione dei talenti, un migliore coinvolgimento dei lavoratori nella vita d’impresa e un minore stress connesso allo stato delle finanze personali. Il seminario, aperto dagli indirizzi di saluto di Lina Piccolo (Vicepresidente Confindustria Salerno Ambiente, Sicurezza sul lavoro e Privacy), Salvatore Giordano (Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Salerno) e Matteo Cuomo (Presidente Associazione Nazionale Commercialisti Salerno), ha registrato gli interventi di manager da tempo impegnati nell’ambiziosa sfida, quella di conciliare gli interessi produttivi dell’azienda con quelli del personale impiegato. Al tavolo dei relatori si sono così alternati Alessandro Alberti (Product Management Gestione del personale Zucchetti), Giovanni D’Ambrosio (amministratore Unico GE.I.S.A. Srl) e Lucia Agosti (direttrice MCG Consulting Srl) che hanno illustrato, praticamente, com’è possibile vincere la sfida dell’industria 4.0. “La sensibilizzazione e l’educazione aziendale migliora indubbiamente in modo misurabile le competenze e la vita dei professionisti – spiega il presidente ANC Salerno, Matteo Cuomo – ed è nostro compito – prosegue – fare luce sulle trasformazioni che possono determinare in egual misura il successo dell’impresa e il benessere del lavoratore. Il sistema mette a disposizione tantissimi strumenti per il miglioramento della propria vita personale e ciò determina in maniera diretta anche il miglioramento delle capacità produttive. Occorre solo conoscerli e metterli in pratica”.

 

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi