You are here
Il salernitano Mandia campione italiano senior di tiro con l’arco Altri sport Sport 

Il salernitano Mandia campione italiano senior di tiro con l’arco

Una medaglia d’oro e una d’argento per l’arciere salernitano Massimiliano Mandia, ai campionati italiani di tiro di campagna, svoltisi nello scorso fine settimana, per la prima volta, a Santo Stefano in Aspromonte. Si sono affrontati sulla linea di tiro tanti arcieri delle elevate qualità tecniche, offrendo utili indicazioni al responsabile di settore Giorgio Botto, in vista dell’ultima prova di valutazione, prevista in Trentino, a Spormaggiore, il 10 e 11 agosto, che permetterà di ottenere la convocazione per i campionati europei di specialità, in programma a Mokrice e Catez, in Slovenia, la prima settimana di ottobre. Le gare del ventinovesimo campionato Italiano di tiro di campagna si sono svolte nei boschi del Parco Nazionale dell’Aspromonte e, come ormai accade da alcuni anni, Massimiliano Mandia si è comportato egregiamente, ma soprattutto si è divertito ed ha fatto divertire gli appassionati che hanno seguito le finali pure in diretta su YouArco. Mandia, portacolori delle Fiamme Azzurre, infatti, al termine delle 72 frecce di qualifica si è aggiudicato il titolo di classe senior nell’arco olimpico, mentre si è dovuto accontentare dell’argento nella classifica assoluta, pur campione uscente, superato da Marco Seri (Arcieri del Medio Chienti) per 62-56. Bronzo per lo junior Matteo Santi (Arcieri Città di Terni) che si è imposto 61-58 su Marco Morello (Aeronautica Militare). “Mi sono laureato campione italiano senior con un buon punteggio di 374 e sono contento del risultato, ma c’è ancora qualcosa da rivedere e proverò a farlo in futuro – il commento dell’arciere salernitano – è proprio la possibilità di migliorare ancora che determina ulteriori motivazioni, spingendomi sempre a dare il massimo. Dopo l’oro di classe, ho conquistato pure l’argento assoluto, sono soddisfatto per come ho tirato in questi ultimi giorni, ma prima di tutto, sono contento di aver incontrato tanta bella gente sul campo di tiro, nella splendida cornice dei boschi del Parco Nazionale dell’Aspromonte. Voglio congratularmi con tutti gli arcieri che hanno preso parte alla manifestazione e con gli atleti Marco Seri, Marco Morello e Matteo Santi che sono saliti come me sul podio in questi due giorni di gara.” L’arciere Massimiliano Mandia che insieme con la sorella Claudia, porta molto spesso Salerno alla ribalta nazionale ed internazionale, potrà godere di qualche giorno di pausa e probabilmente, si vorrà dedicare al kite surf, sua grande “passione” sportiva, seconda solo al tiro con l’arco. (fonte Salerno Sera)

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.