You are here
Il consigliere Avella scrive al sindaco di Salerno: “Bus Station gestita in area Vinciprova” Attualità 

Il consigliere Avella scrive al sindaco di Salerno: “Bus Station gestita in area Vinciprova”

 Richiesta di istituzione ‘Bus Station’ gestita. Il consigliere comunale Gennaro Avella dichiara: “Comunico di aver protocollato in data 14 giugno la richiesta di istituzione di una bus station gestita. La lettera è indirizzata al sindaco, al presidente della Commissione Mobilità ed al direttore del settore mobilità”. Avella spiega: “Salerno è punto di arrivo e partenze di decine di autolinee private di trasporto pubblico passeggeri a medio e lungo raggio. Tra esse alcune effettuano direttamente rotte internazionali e tutte hanno interconnessioni con destinazioni europee. Attraverso i sistemi globalizzati di prenotazione online, è possibile partire da Salerno per ogni altro luogo italiano ed europeo e viceversa. Sono diverse centinaia le persone che quotidianamente transitano per Salerno, in salita/discesa da tali bus. Ad oggi arrivi e partenze non sono regolamentati; le autolinee gestiscono in maniera autonoma ed indipendente le soste in città. Le fermate per i bus di media e lunga percorrenza sono dislocate disordinatamente in vari luoghi: Lungoirno, Corso Garibaldi, Piazza della Concordia, via Marino Paglia ecc.. Tale afflusso di bus quotidiano, continuativo e non organizzato determina un pesante impatto sulla mobilità cittadina. L’Amministrazione comunale non ha finora pianificato una organizzazione efficiente d efficace del servizio. Di fatto, non gestisce e non indirizza questa dinamica.  In molte altre città alle autolinee è stato dedicato apposito unico spazio organizzato (bus station gestite) per il carico e scarico dei passeggeri, determinando una ottimizzazione dei flussi ed un miglioramento del servizio a beneficio sia dell’utenza che dei tempi di percorrenza. Tali ‘bus station’ risultano organizzate ed attrezzate – in modalità basica – con panchine, coperture, display e servizi. L’utilizzo di tali ‘bus station’ presuppone la sottoscrizione di abbonamenti da parte delle ditte di autotrasporti, determinando – di fatto – una autosufficienza nella gestione economico-finanziaria da parte del soggetto affidatario con utili di impresa. Sul territorio comunale esistono luoghi che, strategicamente per le interconnessioni di mobilità, ben si prestano alla riconversione a ‘bus station gestita’. Tra le soluzioni, una in particolare riguarda la riconversione ‘leggera’ di una specifica area in zona-Vinciprova, strutturalmente già predisposta ed oggi utilizzata come parcheggio per residenti Salerno Mobilità SpA si è resa disponibile a recuperare i circa 20 post auto per residenti persi nell’area in questione, predisponendo a tal fine l’area immediatamente adiacente, peraltro più grande”.  Avella conclude: “Chiedo al Comune di approfondire progettualmente il provvedimento richiesto e di procedere, attraverso gli atti consequenziali, alla realizzazione della ‘bus station’ per dotare la città di un nuovo ed efficiente servizio”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.