You are here
Il 7 giugno 1984 malore fatale a Padova per Enrico Berlinguer Attualità 

Il 7 giugno 1984 malore fatale a Padova per Enrico Berlinguer

Accade oggi: era il 7 giugno 1984 (37 anni da) quando Enrico Berlinguer, segretario del Partito comunista italiano, dopo un comizio elettorale a Padova viene colto da un malore. Morirà l’11 giugno, dopo 4 giorni di coma, a 62 anni. Il presidente della Repubblica Sandro Pertini farà trasportare la salma sull’aereo presidenziale dichiarando: “Lo porto via come un amico fraterno, come un figlio, come un compagno di lotta” .
Al funerale, a Roma il 13 giugno, parteciperà circa un milione e mezzo di persone. Il corteo con la bara sfila dalla sede del Pci, in via delle Botteghe Oscure, a Piazza San Giovanni. Occhi lucidi di pianto, segni della croce e pugni chiusi. Un grido collettivo che risuona in continuazione: “Enrico, Enrico”. A rendere omaggio alla salma andrà anche il nemico per eccellenza, quel Giorgio Almirante capo dei “fascisti”del Msi, cui Enrico non rivolgeva nemmeno la parola. Eppure Almirante andrà lo stesso, senza scorta, mettendosi in fila come gli altri. Risponderà ad un giornalista: “Sono venuto a rendere omaggio ad una persona onesta che credeva nei suoi ideali”. Gli va incontro Giancarlo Pajetta senza nessuna protesta per la sua presenza e per un attimo l’Italia sembra riconciliarsi con se stessa.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.