You are here
Il 4 giugno di 44 anni fa va in commercio il computer Apple II Attualità 

Il 4 giugno di 44 anni fa va in commercio il computer Apple II

Accadde oggi: sono trascorsi 44 anni (era il 4 giugno del 1977) da quando Steve Wozniak e Steve Jobs introdussero ufficialmente sul mercato Apple II, il personal computer che, rivolto a tutti i consumatori (e non solo agli esperti del settore) avrebbe contribuito e non poco a cambiare la storia e lo sviluppo di questo dispositivo tecnologico. Infatti già durante la West Coast Computer Faire tenutasi nella primavera dello stesso anno, i due imprenditori nel presentare il nuovo progetto avevano anticipato che per la prima volta sarebbe stato accessibile a tutte le famiglie statunitensi, e non esclusivamente a professionisti, manager o appassionati di tecnologia com’era avvenuto con il modello precedente. Tra le principali caratteristiche dell’Apple II vi era la grafica a colori, infatti proprio per sottolineare quest’importante novità, l’azienda di Cupertino decise di rinnovare il suo storico marchio, presentando la «mela morsicata» in versione arcobaleno. Tutto cominciò nel 1976 quando Steve Jobs (che aveva già in mente insieme a Wozniak l’innovativo progetto) contattò il designer Jerry Manock per proporgli di realizzare la nuova scocca del Personal Computer, basandosi sui rivestimenti morbidi degli elettrodomestici da cucina che nascondevano le parti relative alla meccanica interna. La fase di assemblaggio del prodotto iniziò nella Silicon Valley per poi spostarsi in Texas, mentre dei circuiti stampati si occuparono stabilimenti irlandesi e di Singapore.

Apple II, al termine di un lungo e per certi versi tribolato lavoro, il 4 giugno 1977 (anche se la vendita iniziò il giorno dopo)approdò sul mercato, e cinque giorni dopo ebbe inizio la vendita ufficiale al prezzo di 1.298 dollari per la versione con 4KB di RAM, fino ad arrivare a ben 2.638 dollari per il modello con la potenza massima di 48KB di RAM. Anche se Jobs e Wozniak l’avevano ideato per ampliare l’offerta ad un pubblico non propriamente costituito da esperti del settore, nei primi mesi la società di Cupertino ottenne i maggiori introiti proprio dagli acquisti effettuati da appassionati di tecnologia e professionisti d’informatica. Il mercato aziendale fece segnare un significativo incremento quando, nelle evoluzioni successive, fu aggiunto il programma di fogli elettronici VisiCalc nel 1979.

I numeri e i ricavi diedero gradualmente ragione ai due fondatori di Apple, infatti dal 1977 al 1980 le vendite salirono dagli iniziali 775mila dollari alla significativa cifra di 118 milioni di dollari. Del resto, proprio per aggiornare e sviluppare costantemente il PC, la società di Cupertino in quegli anni decise di rivolgere la sua produzione esclusivamente ai nuovi modelli del dispositivo informatico, agli accessori, ai software e alle sue periferiche.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.