You are here
Dl sostegni, Conte (LeU): “più aiuti al wedding” Attualità Economia 

Dl sostegni, Conte (LeU): “più aiuti al wedding”

“Un piano di maggiori sostegni economici sul settore del wedding e delle cerimonie, che ha registrato le maggiori perdite nella lunghissima fase di blocco delle attività a causa della pandemia, e che è stato sostenuto in maniera insufficiente dai provvedimenti finora assunti”. Lo chiede Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali, che sul tema ha portato in Aula a Montecitorio un ordine del giorno, accolto dal Governo. “L’impegno del governo sul mio provvedimento – continua il parlamentare – apre uno spazio per i prossimi interventi in favore di un settore che da solo, a livello nazionale, sviluppa 65 miliardi di euro annui, offre occupazione ad 1 milione di addetti stagionali e che, nonostante le riaperture programmate, rischia di crollare per la crisi di questo lungo stop. Il settore del wedding e delle cerimonie è vitale per l’economia nazionale, soprattutto in alcune aree del Paese, come il Mezzogiorno, nello specifico il territorio campano, come la provincia di Salerno, l’area di Paestum, la costiera amalfitana, il Cilento, dove vive una fitta economia territoriale con hotel, ristoranti che rappresentano una rete che dà lavoro a migliaia di persone”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi