You are here
DJ Cooper bara all’antidoping: squalificato perché risulta… incinto! Basket Sport 

DJ Cooper bara all’antidoping: squalificato perché risulta… incinto!

Salirà per i prossimi decenni sul podio dei tentativi più goffi di eludere un test antidoping. Il genio in questione si chiama DJ Cooper, playmaker di 28 anni nato a Chicago e bravo a costruirsi una carriera in Europa di discreto livello: Paok, Panathinaikos e Aek in Grecia, mentre in Russia ha giocato con l’Enisey e il Krasny di Gerasimenko che voleva portarlo anche a Cantù. L’americano aveva terminato la stagione al Monaco.

La Fiba, ovvero la federazione internazionale, lo ha squalificato per 24 mesi, fino a giugno 2020, perché a un test antidoping è risultato… incinto. Sin troppo facile ricostruire l’accaduto: il giocatore ha sostituito le proprie urine con quelle di una sua amica che era però in stato interessante. Un “magheggio” che costerà a Cooper, oltre a una multa e alla squalifica, anche l’impossibilità di ottenere il passaporto bosniaco che gli avrebbe allungato la carriera. Il giocatore è stato sospeso per aver eluso un controllo in cui è peraltro risultato positivo al Ghc, un ormone prodotto dalla placenta e che rileva lo stato di gravidanza… (fonte: gazzetta.it)

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi