You are here
De Luca: “A Napoli assembramenti vergognosi” Attualità Italia e Mondo 

De Luca: “A Napoli assembramenti vergognosi”

“Cose davvero insostenibili”. È quanto sostiene il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca definisce le immagini del lungomare di Napoli scattate lo scorso weekend, “con assembramenti vergognosi e nella più totale assenza di ogni forma di controllo. Agli occhi dell’Italia – aggiunge De Luca – basterebbero quelle immagini per motivare una zona strarossa al di là dei dati ospedalieri e sanitari”.

Secondo De Luca “stiamo assistendo in questi giorni a vicende intollerabili”, tra cui “esempi di comportamenti scandalosi e irresponsabili sul piano delle competenze istituzionali e delle responsabilità personali” e “il ripetersi di dichiarazioni indecenti da parte di gente che non ha mosso un dito in questo anno per esercitare una sia pur minima azione di contrasto al Covid”, oltre a “dichiarazioni estemporanee di qualche “consulente” scientifico che continua ad esternare a ruota libera”.

Tuttavia, sottolinea il governatore, “stiamo assistendo in questi giorni, in queste ore, a vicende intollerabili, a “uno sciacallaggio mediatico senza precedenti sulla sanità campana, teso ad accreditare l’idea di manovre oscure messe in atto per nascondere la realtà”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi